It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube

Us Navy riconosce come autentici video di incursioni

Lo stigma della parola "Ufo" che impedisce ai piloti di segnalare - VIDEO

La marina militare degli Stati Uniti ha affermato che alcuni video che mostrano delle incursioni sopra i campi di addestramento della Us Navy fanno parte dei cosiddetti "fenomeni aerei non identificati" ed ha invitato i piloti a denunciare gli avvistamenti. I filmati catturati tra il 2004 ed il 2018 da sensori ad infrarossi tecnologicamente molto avanzati, sono stati resi pubblici da un'organizzazione chiamata “to the stars academy of arts and science” che si impegna ad indagare sui confini esterni di scienza e pensiero non convenzionale, ma solo oggi 19 settembre è arrivata conferma della loro autenticità.

Il portavoce della marina Gradisher ha affermato che si tratta di fatti che avvengono frequentemente nei campi di addestramento, ma per molti anni gli aviatori non hanno reso pubbliche queste "invasioni" a causa delle possibili conseguenze associate alla terminologia "Ufo": scrivere in un documento ufficiale che era stato avvistato un "Unidentified Flying Object" poteva marchiare negativamente la carriera di un militare, ma l'omissione poteva essere altrettanto pericolosa qualora ci si fosse trovati davanti, ad esempio, a droni spia.

Gradisher ha precisato che in questi casi sia preferibile parlare di "Uap" (Unidentified Aerial Phenomenon) per evitare lo stigma culturale legato alla leggenda aliena collegata alla parola "Ufo". Ha poi ipotizzato che gli aeromobili nei video potrebbero essere dei "quadcopter" chiamati anche elicotteri quadrirotor.

Sotto un video riguardo le incursioni confermate dalla Us Navy:

RC3 - 1224434

© AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency Srl