It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Interrogazione su scatoloni contenenti mascherine e Dpi allo scalo di Malpensa

Quale sia la provenienza, gli organi competenti al ritiro e non ritirate nonostante accumulo e rischio deterioramento

Presentata dall'onorevole Fabrizio Cecchetti (Lega)

 "Al presidente del Consiglio dei ministri, al ministro della Salute.

Per sapere, premesso che:

negli scorsi giorni, presso lo scalo aeroportuale di Malpensa, l'interrogante ha constatato incidentalmente la presenza di moltissimi scatoloni contenenti mascherine e Dispositivi di protezione individuale (Dpi) apparentemente abbandonati in un capannone, sui cui imballaggi è indicata chiaramente, in qualità di destinataria, la 'Presidenza del Consiglio dei ministri – commissario straordinario per l'attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell'emergenza epidemiologica Covid-19';

a quanto risulta all'interrogante, presso lo scalo in questione continuano ad arrivare quotidianamente quantità ingenti di mascherine che, nonostante l'accumulo, non vengono inspiegabilmente ritirate dagli enti governativi preposti; i depositi sono ormai stracolmi e si fa sempre più concreto il rischio che i ridetti dispositivi possano deteriorarsi e divenire inutilizzabili, anche in conseguenza dell'esposizione prolungata agli agenti atmosferici;

è inutile rammentare l'importanza che le mascherine ed, in generale, i dispositivi di protezione individuale rivestono ai fini della prevenzione dei contagi e del contenimento dell'epidemia da Covid-19;

di recente, il carattere 'essenziale' di tali dispositivi è stato riconosciuto espressamente a livello nazionale, con l'introduzione, nel testo approvato dal Senato, di un articolo 1-bis del decreto-legge n. 33 del 2020, attualmente in fase di conversione, nonché dall'Organizzazione mondiale della sanità che, dopo alcune indicazioni di segno contrastante, ha diffuso nuove linee guida in cui si raccomanda espressamente l'utilizzo delle mascherine nei luoghi pubblici perché 'forniscono una barriera per le goccioline potenzialmente infettive';

un eventuale abbandono di questi beni essenziali per il contenimento della pandemia sarebbe inaccettabile, costituirebbe un gravissimo spreco di risorse pubbliche e risulterebbe anche irrispettoso nei riguardi dei moltissimi operatori che, per tutta la prima e più delicata fase dell'emergenza, hanno contratto il virus e, in molti casi, hanno perso la vita proprio in ragione della gravissima carenza di tali dispositivi che il Governo non ha saputo prevenire–:

se il Governo sia a conoscenza delle grosse quantità di mascherine depositate presso l'aeroporto di Malpensa, quale sia la loro provenienza, quali siano gli organi competenti al ritiro e per quale ragione non vengano, appunto, ritirate nonostante l'accumulo ed il rischio di deterioramento". (4-06241)

red - 1230561

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar