It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Aerei. India, emergenza Covid costringe aviolinea Indigo a licenziamenti

Traffico dei passeggeri in netto calo nel Paese asiatico: la compagnia di Gurgaon costretta a provvedimenti pesanti

Il licenziamento di un decimo del personale e la preparazione di nuovi piani. IndiGo, il principale vettore aereo privato dell’India, ha annunciato che il 10% dei dipendenti sarà licenziato a causa della crisi provocata dal coronavirus. Che la situazione fosse grave lo si era intuito già all’inizio dell’emergenza, come sottolineato da Ronojoy Dutta, amministratore delegato dell’aviolinea asiatica. Il governo di Nuova Delhi ha infatti imposto una serie di restrizioni per mettere a freno l’epidemia che ha poi influito negativamente sull’aviazione civile, come del resto è accaduto ad altri governi e compagnie nel resto del mondo. 

I licenziamenti non fanno ovviamente prevedere nulla di buono, anche perché IndiGo rappresenta quasi la metà del mercato indiano. Le stime dello scorso anno sulla forza-lavoro parlavano di oltre 23 mila dipendenti, dunque ora si prospetta il ritorno a casa di circa 2400 persone. Dutta è stato molto chiaro, spiegando come la compagnia non possa affrontare in altro modo quella che è a tutti gli effetti una “tempesta” economica. Tra l’altro, la misura viene adottata per la prima volta in assoluto nella storia di IndiGo. Le operazioni commerciali indiane sono ripartite lo scorso 25 maggio dopo il lockdown, ma a distanza di due mesi il numero dei passeggeri continua a rimanere basso. Non sono serviti nemmeno i provvedimenti adottati dall’azienda di Gurgaon per azzardare un tentativo di ripresa, in particolare lo sconto del 25% sulle tariffe per il personale sanitario. Altre misure che non hanno avuto come conseguenza un miglioramento economico del vettore sono state quelle del taglio degli stipendi e dei congedi gratuiti, risparmi non sufficienti per compensare le minori entrate. L’intera economia indiana, comunque, è in grande difficoltà. Secondo il fondo monetario internazionale, ci sarà un calo del 4,5% nel 2020, una vera e propria batosta.

sr - 1230767

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar