It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Disastro aereo Ukraine Airlines, Iran non risarcirà parenti vittime

Pochi giorni fa Teheran sembrava disposta al contrario

Prima l’incoraggiante apertura e poi un clamoroso passo indietro. L’Iran non ha alcuna intenzione di risarcire i parenti delle vittime dell’incidente aereo che ha visto coinvolto un Boeing 737/800 di Ukraine International Airlines. L’8 gennaio del 2020, il volo di linea 752 che doveva collegare Teheran e Kiev fu abbattuto poco dopo il decollo da un missile iraniano, causando la morte di 167 passeggeri e 9 membri d’equipaggio. La Nazione asiatica aveva fatto sapere pochi giorni fa di essere disposta a risarcire i familiari di chi è scomparso a causa del disastro aereo (leggi anche l'articolo pubblicato da AVIONEWS), ma nelle ultime ore Kiev ha subito una nuova doccia gelata. 

Secondo la nuova versione dell’Iran, il velivolo era assicurato da compagnie europee e quindi devono essere queste ultime ad occuparsi del pagamento. Le forze asiatiche erano in stato di massima allerta sette mesi fa a causa del duro confronto con gli Stati Uniti, ma più volte Teheran ha ribadito come il fatto sia stato un “errore disastroso”. L’aviazione civile iraniana ha finora elencato altri motivi alla base dell’incidente, tra cui il sistema radar non allineato e la mancanza di comunicazione tra aereo e torre di controllo.

sr - 1231187

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar