It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Contestazioni in tre aeroporti indiani dopo nuova gestione Adani

Gli scali sono diventati enti semi-privati

Jaipur, Guwahati e Thiruvananthapuram: sono queste le tre città dell’India che da oggi, lunedì 24 agosto 2020, sono in aperto contrasto con il governo federale. Quest’ultimo ha deciso di trasformare in enti semi-privati gli aeroporti delle località appena citate, con un accordo che sta facendo molto discutere nel Paese asiatico. Per i prossimi 50 anni sarà infatti Adani Enterprises, gruppo indiano che si occupa di più settori industriali, a gestire gli scali, un’autorizzazione che era stata concessa già lo scorso anno. 

L’interesse di Adani era noto dal 2019 ed il via libera era ufficiale da tempo, ma la pandemia da Covid-19 aveva bloccato le trattative. Le scene che si stanno registrando nelle tre città sono le stesse: gli aeroporti sono pieni di manifestanti trattenuti a fatica dagli agenti di polizia. Di conseguenza, i collegamenti aerei non possono che essere cancellati o rinviati. Il numero uno dell’azienda è Gautam Shantilal Adani, miliardario del posto ed imprenditore che ha diversificato i propri business dal 1988 ad oggi (logistica, energia ed agricoltura solo per citarne alcuni).

sr - 1231298

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar