It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Southwest Airlines, ceo Kelly potrebbe rinunciare a stipendio

La mancata retribuzione durerebbe per tutto il 2021

Una prima volta imprevedibile: il vettore aereo Southwest Airlines ha deciso di avvicinarsi alle posizioni dei sindacati e concordare una serie di tagli ai costi, un fatto mai accaduto nella storia della compagnia che dura da circa mezzo secolo. Gary Kelly, amministratore delegato dell’aviolinea americana, ha pubblicato nelle ultime ore un videomessaggio in cui ha annunciato ufficialmente le trattative, visto che i livelli raggiunti dal trasporto aereo sono ormai tornati a quelli degli anni settanta a causa della pandemia da coronavirus. Il pericolo più concreto è che le perdite trimestrali di Southwest ammontino a diversi miliardi di dollari e per una ripresa si dovrà attendere almeno la fine del 2021. 

Oltre ai tagli ed alle concessioni lavorative, lo stesso Kelly è disposto a rinunciare allo stipendio fino al dicembre del prossimo anno, mentre i dirigenti più “anziani” potrebbero accettare una riduzione del salario pari a 20 punti percentuali. L’impegno del vettore aereo a stelle e strisce è quello di non licenziare alcun dipendente prima dell’inizio del 2021, una promessa  ribadita anche nel videomessaggio. Proprio nei giorni scorsi, il ceo si era detto fiducioso ed ottimista sul futuro dell’aviolinea, un sentimento ancora non scalfito dall’assenza di aiuti statali che avevano una scadenza fissata per lo scorso 30 settembre (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS).

Sr - 1232382

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar