It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Usa, occupazione trasporto aereo ai livelli degli anni '80

Sono state licenziate circa 90 mila persone

Il livello occupazionale del trasporto aereo americano è tornato a livelli che non si registravano dagli anni Ottanta (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS). La pandemia da coronavirus ha stravolto il settore e come sottolineato dai media a stelle e strisce, si raggiungeranno presto numeri ancora più bassi. Lo scenario non è affatto incoraggiante: i vettori aerei del Paese sono destinati a licenziare circa 90 mila persone in totale, senza dimenticare le uscite volontarie da parte di altri lavoratori che servono a rendere meno evidenti queste cifre. Il Congresso è stato più volte sollecitato affinché possa erogare un secondo pacchetto di aiuti federali (vedi AVIONEWS), nonostante l’attuale presidente della Camera, Nancy Pelosi ha fatto intendere come non si possa favorire un comparto industriale trascurando tutti gli altri in questo momento. 

Secondo quanto riferito da Airlines for America nel quarto ed ultimo trimestre del 2020 la forza-lavoro scenderà fino ad un totale di 370 mila unità, mentre a marzo erano 460 mila. Non potrà ovviamente essere di grande aiuto la settimana del Ringraziamento (26 novembre 2020), normalmente attesa dal trasporto aereo per un aumento importante dei collegamenti; la capacità delle aviolinee scenderà molto probabilmente di 39 punti percentuali rispetto ad un anno fa. 

Sull'argomento relativo alle difficoltà del mercato aereo americano leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Sr - 1233266

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar