It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Alitalia. Filt Cgil: "Discontinuità non sia su lavoratori e nome ma su piano industriale"

Le dichiarazioni del segretario nazionale Cuscito alla tavola rotonda sul trasporto aereo di stamattina

“Non si può fare la discontinuità della nuova compagnia sul numero di lavoratori e sul nome ma sul nuovo network, modello di business e nuova flotta e rotte da coprire''. Ad affermarlo su Alitalia è il segretario nazionale Filt Cgil Fabrizio Cuscito, nell’ambito di una tavola rotonda sul trasporto aereo organizzata dalla Federazione dei trasporti Cgil, sottolineando che “a breve ci aspettiamo una convocazione per un incontro con le parti sociali”.

“I tre miliardi investiti in Alitalia -prosegue il dirigente nazionale Filt Cgil- devono essere un'opportunità infrastrutturale per tutto il Paese. La nuova compagnia deve essere un volano per tutto il resto del settore. È arrivato il momento di ragionare in un'ottica di squadra perché da soli non si va da nessuna parte. L'epoca dell'uomo solo al comando dai pieni poteri è ampiamente tramontata. Solo con le alte competenze di tutti possiamo uscire da questa palude. L'Italia -afferma infine Cuscito- non ha tantissime materie prime ma ha le menti, il know-how e le professionalità del settore e questo deve essere il nostro punto di forza”.

Sull'argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS

red - 1232570

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar