It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Creata a Shanghai una zona per aviazione civile senza piloti

La base è pronta ad attrarre un numero importante di compagnie

I piloti? In un futuro non troppo lontano potranno forse non essere più i protagonisti assoluti dell’aviazione civile. Ne è fortemente convinta la Cina, come ben testimoniato dall’inaugurazione ufficiale di una zona sperimentale per voli senza pilota. Nel corso della giornata di ieri, mercoledì 28 ottobre 2020, è diventata operativa la base di Shanghai, un’area pensata per rendere più semplici le certificazioni di aeronavigabilità degli aeromobili a pilotaggio remoto e del trasporto intelligente a bassa quota (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS). Gli obiettivi da raggiungere sono diversi; le informazioni sui voli saranno più accessibili, senza dimenticare i test di aviazione civile in assenza di piloti e l’impiego di aerei droni che possano rimpiazzare i corrieri espressi. 

Cibo ed altri prodotti, poi, verrebbero trasportati partendo da Shanghai nella speranza di migliorare l’efficienza delle consegne. La base di Shanghai si trova nel distretto di Jinshan ed esiste ormai da due anni esatti. Si sta parlando di 58 chilometri quadrati complessivi che si sviluppano su terra, mentre su mare le dimensioni raggiungono i 200 chilometri quadrati; finora sono state 23 le compagnie che utilizzano i droni per le loro attività ad interessarsi al progetto, un numero destinato a crescere ulteriormente nei prossimi mesi.

Sr - 1232966

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar