It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Difesa, le forze armate cinesi si affidano al 6G

La rete servirà a rendere l'esercito ancora più moderno

Il 5G è finito al centro delle cronache recenti anche per motivi che non hanno nulla a che fare con la tecnologia, visto che qualche complottista lo ha accusato di essere responsabile della diffusione dei contagi e non solo. C’è un Paese che ci crede invece tantissimo e che sta pensando persino a qualcosa di ancora più evoluto, il cosiddetto 6G. Con questo termine si intende una tecnologia di ultimissima generazione e in grado di raggiungere velocità massime comprese tra 8 mila gigabit e un terabit al secondo; in poche parole, sarebbe 10 volte superiore rispetto al 5G. 

A crederci più di tutti sembra essere la Cina che sarebbe intenzionata a potenziare le proprie forze armate con questo strumento. Dopo la chiusura della quinta sessione plenaria del XIX comitato centrale del partito comunista, è emersa la volontà di rendere l’ex-impero celeste ancora più autonomo e potente, massimizzando i consumi e puntando all’autosufficienza tecnologica (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS). Il comunicato ufficiale di Pechino non lascia spazio a dubbi, entro il 2027 la Nazione asiatica dovrà avere un esercito ancora più moderno e in grado di mettersi alla pari di quello americano. La rete 6G è senza dubbio futuristica e ancora in una fase embrionale, però verranno approfonditi i possibili impieghi in chiave bellica nel corso dei prossimi anni. 

Come messo nero su bianco dalla Cina, “promuovere l’applicazione graduale del 6G nell’esercito potrebbe essere uno dei principali obiettivi delle forze armate cinesi per adattarsi ai nuovi cambiamenti militari del futuro”. Oltre ai vantaggi relativi alla velocità di trasmissione dei dati, l’obiettivo è quello di raggiungere nuovi progressi nell’ambito della tecnica militare tramite la visualizzazione delle operazioni di combattimento e la fornitura di supporti logistici molto più precisi. Il futuro è già cominciato. 

Sr - 1233107

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar