It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Sea Handling e Comune di Milano, Corte Ue: "Erano aiuti di Stato"

I magistrati hanno bocciato il ricorso

La Corte di giustizia dell’Unione europea ha bocciato il ricorso del Comune di Milano in merito a Sea Handling, società operativa presso gli aeroporti di Linate e Malpensa, ed ai presunti aiuti di Stato (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS). I giudici comunitari hanno respinto le richieste del capoluogo lombardo che aveva intenzione di annullare la decisione della Commissione Ue, vale a dire il recupero degli aiuti statali per 360 milioni di Euro erogati a favore della società stessa. In base alla sentenza, il fatto che il Comune fosse azionista di maggioranza in Sea Handling ed il controllo costante sulla stessa sono due fattori che rendono la società come una “impresa pubblica”. Di conseguenza, gli apporti di capitale concessi sono stati identificati come risorse pubbliche. 

Per la Corte, poi, il Comune di Milano non è stato in grado di dimostrare un errore manifesto della Commissione, “accusata” di aver considerato come un investitore privato non avrebbe agito come ha fatto Sea per assicurare la redditività della controllata. Nel 2013 è nata Airport Handling, società privata creata sulle ceneri proprio di Sea Handling come risposta obbligata alla maxi-multa da 360 milioni di Euro inflitta da Bruxelles che contestava sostegni pubblici. Dal 2002 al 2010 Sea effettuò degli aumenti di capitale a favore di Sea Handling per un importo totale di 360 milioni di Euro, considerati dalla Commissione europea aiuti di Stato non ammessi, disponendone il recupero. 

Sull’argomento leggi anche la notizia che è stata pubblicata da AVIONEWS

Sr - 1233799

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar