It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Trasporto aereo, Uiltrasporti: auspichiamo che Ue dia seguito a dichiarazione congiunta ministri

Sottoscritta martedì da Paola De Micheli e dai colleghi di altri sette Paesi

Il segretario generale, Claudio Tarlazzi, e quello nazionale, Ivan Viglietti, di Uiltrasporti, hanno affermato che: “La dichiarazione congiunta dei ministri dei trasporti europei per promuovere una nuova connettività aerea socialmente responsabile, è un passo istituzionale molto importante che come sindacato apprezziamo profondamente. Auspichiamo che trovi ampio e fermo sostegno della Commissione e di tutti i Paesi dell’Unione europea” hanno sostenuto i due segretari riguardo la dichiarazione "La ripresa dal Covid-19: verso una connettività socialmente responsabile (Covid-19 Recovery: Towards Socially Responsible Connectivity)", dedicata al trasporto aereo e sottoscritta lo scorso 8 dicembre dal ministro Paola De Micheli con i i colleghi di Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Portogallo.

“L’esortazione dei ministri per la salvaguardia dei diritti sociali nel settore trasporto aereo; il miglioramento ulteriore della sicurezza; lo sviluppo di condizioni eque e non di dumping per la concorrenza; la protezione dei lavoratori altamente specializzati che sostengono il settore a tutti i livelli, va nella medesima direzione per la quale Uiltrasporti si batte da anni. Grazie all’impegno nostro e degli altri sindacati confederali, il Governo italiano ha recepito nell’articolo 203 del Decreto Rilancio la richiesta di rendere il Contratto nazionale del trasporto aereo il riferimento minimo, retributivo e normativo, per tutto il settore, che ora necessita di un passaggio applicativo urgente, per consentire una ripartenza del settore equa e sostenibile”.

“Riteniamo la dichiarazione -proseguono Tarlazzi e Viglietti– un atto importante che avvicina il raggiungimento di un quadro legislativo uniforme in tutto il trasporto aereo europeo, soprattutto per i contratti di lavoro e le regole di impiego dei lavoratori, oggi soggetti a normative transnazionali che sovente incentivano il dumping sociale".

“La pandemia Covid-19 ha determinato una situazione emergenziale in tutto il trasporto aereo –concludono i due sindacalisti- che rende improcrastinabile il dotarlo di certezze con legislazioni comunitarie e nazionali, che includano chiarezza sul diritto del lavoro del personale di volo, per una ripresa socialmente responsabile ed in piena salute”.

red - 1233811

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar