It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Cina lancia in orbita due satelliti che rileveranno onde gravitazionali

Si tratta della missione numero 355 dei razzi Long March - VIDEO

Secondo lo scrittore Ennio Flaiano, capire la Cina non è soltanto impossibile, ma anche inutile. In realtà in queste ultime settimane si sta capendo fin troppo bene quali siano le ambizioni aerospaziali della Nazione asiatica (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS). Oltre alla missione della sonda Chang’e-5 sulla Luna, infatti, Pechino si sta concentrando sulle onde gravitazionali che verranno rilevate grazie ai due satelliti appena mandati in orbita. Come sottolineato dai media locali, infatti, le tecnologie appena citate fanno parte di una missione più ampia che ha preso il nome di “Gecam”: la sigla sta ad identificare il Gravitational Wave High-Energy Electromagnetic Counterpart all-sky monitor, mentre il vettore del lancio è il Long March-11. 

Si sta parlando della missione numero 355 per quel che riguarda questi stessi razzi (vedi AVIONEWS), un impegno a dir poco costante. I satelliti appena mandati in orbita serviranno a perfezionare il monitoraggio di molti fenomeni celesti che sono caratterizzati da un alto quantitativo di energia. Gli esempi sono quelli dei lampi di raggi gamma che vengono appunto prodotti dalle onde gravitazionali, senza dimenticare la radiazione dei lampi radio veloci, i buchi neri e molti altri processi di fusione nello spazio. Un altro compito che assolveranno queste tecnologie dell’ex-impero celeste sarà quello di rilevare i brillamenti del sole ed i fasci di elettroni terrestri, fondamentali per le diverse osservazioni degli scienziati. 

Sotto, il video del lancio:


Sr - 1233816

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar