It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Sacal tra crisi Covid e sviluppo: l'aeroporto di Reggio Calabria

Dopo che la società di gestione ha descritto all'inizio di dicembre l'intervento effettuato sullo scalo lametino -ALLEGATI

La grave crisi economica, determinata dalla diffusione pandemica che ha colpito significativamente l’industria del trasporto aereo in tutte le sue componenti, non ha sicuramente mitigato la volontà di Sacal di guardare con ottimismo al futuro attraverso significativi interventi sulle infrastrutture.

Qualche settimana fa, all'inizio di dicembre, la società di gestione ha raccontato dello straordinario intervento effettuato sull’aeroporto di Lamezia Terme che si è così dotato di una delle piste più lunghe del Sud Italia.

Ora, con l’avvio delle procedure di gara relative agli “Interventi per la sicurezza del volo ed il controllo del traffico aereo” del più ampio progetto denominato “Interventi di ristrutturazione e messa in sicurezza dell’aeroporto di Reggio Calabria”, si apre un nuovo ed importante capitolo della storia degli scali calabresi.

La società di gestione ricorda che con la firma della convenzione tra Mit, Enac e Sacal, lo scorso mese di luglio, si è perfezionato l’iter burocratico necessario a regolamentare il finanziamento statale di 25 milioni di Euro a valere sul Fondo sviluppo e coesione infrastrutturale 2014-2020 cofinanziato da Sacal per un importo di € 2,5 milioni, e destinato, appunto, all’adeguamento dell’aeroporto di Reggio Calabria agli standard europei.

Nella sua qualità di soggetto attuatore del progetto e nel rispetto del cronoprogramma degli interventi e degli impegni assunti, Sacal ha pubblicato ieri due avvisi sul proprio sito istituzionale:

Il primo avente ad oggetto “Adeguamento degli aiuti visivi luminosi delle piste, con implementazione di nuovi segnali, per garantire maggiore sicurezza in fase di atterraggio e decollo. Riqualifica e adeguamento della segnaletica nell’area di movimento degli aeromobili in accordo alle nuove normative europee, con trattamento superficiale della pavimentazione idoneo ad aumentare il contrasto con la segnaletica orizzontale” per un importo complessivo di € 1.500.000;

Il secondo avviso è, invece, volto all’individuazione di una Società che possa supportare il responsabile unico del procedimento nella validazione dei progetti e nella gestione delle procedure di gara degli interventi previsti nella convenzione.

L’avvio dei lavori è previsto per il secondo trimestre del 2021.

“È un momento storico per Sacal e per l’aeroporto di Reggio Calabria che, per le note vicende del passato ed a causa delle limitazioni di natura tecnica che non ne hanno consentito una più strutturata crescita, meriterebbe di essere maggiormente valorizzato e potenziato facilitando l’accesso a nuove compagnie capaci di generare importanti volumi di traffico. Lavorare sulle infrastrutture per migliorarne l’accessibilità è sicuramente un ottimo punto di partenza”, ha affermato Giulio De Metrio, presidente di Sacal SpA.

Allegati a questa AVIONEWS i due documenti. 

Sull'aeroporto di Lamezia Terme vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Attachments
red - 1233938

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar