It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Gli Usa pubblicano lista aziende russe e cinesi con sospetti legami militari

Non mancano le industrie legate all'aviazione

Nelle ultime ore il dipartimento americano del commercio ha pubblicato un elenco molto particolare e che sta suscitando una polemica dopo l’altra. Si tratta delle aziende che hanno sede in Russia ed in Cina e che Washington considera “sospette” a causa della collaborazione troppo stretta con le forze armate. Il documento in questione contiene i nomi di 103 società e proprio nei loro confronti sono stati adottati provvedimenti seri e rigidi. Gli Stati Uniti impediranno alle compagnie sotto la lente d’ingrandimento di beneficiare di tecnologie ed altri beni a stelle e strisce. I legami militari sarebbero stati riconosciuti in 58 enti che fanno capo all’ex-impero celeste ed altri 45 che si riferiscono invece a Mosca (leggi anche l’articolo che è stato pubblicato da AVIONEWS). 

Qualche esempio? Come riportato dai media russi, l’elenco della discordia include Admiralty Shipyard (parte integrante della Jsc United Shipbuilding Corporation), United Aircraft Corporation, unità di volo speciale per l'impresa di bilancio dello Stato federale Rossiya dell'amministrazione del presidente Vladimir Putin, Irkut Corporation, Oboronprom, Rostec, Russian Helicopters, Sukhoi Civil Aircraft e Tupolev. Si tratta soltanto di un elenco parziale, come è facile intuire. Il termine utilizzato dagli Stati Uniti è quello di “unità finali militari” e si attendono ora delle repliche sia da Pechino che da Mosca in merito a questa “black-list”. 

Sull’argomento leggi anche la notizia che è stata pubblicata da AVIONEWS.

Sr - 1234009

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar