It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Continuità territoriale: in Grecia voli aerei pagati 3500 Euro dallo Stato

I dati diffusi da un documento di Bruxelles

Circa 40 minuti di collegamento aereo ed oltre 3500 Euro di compensazione per ogni singolo passeggero: è questo il dato che emerge da un documento redatto dalla Commissione europea sui cosiddetti oneri di servizio pubblico (i numeri si riferiscono al 2018). Il volo a cui si sta facendo riferimento è quello tra Salonicco e l’isola di Skyros, per la precisione quello gestito dal vettore aereo greco Sky Express. Quest’ultimo ha ricevuto una compensazione molto alta, circa 445 volte oltre quella assicurata per i 60 minuti necessari per il volo Olbia/Milano-Linate. Il “Corriere della Sera” ha provato a chiedere spiegazioni per differenze tanto elevate, senza ottenere comunque risposta. Gli oneri di pubblico servizio sono previsti da un regolamento redatto tredici anni fa dal Parlamento e dal Consiglio europeo. 

La loro imposizione dipende da due diverse rotte, vale a dire quella con aeroporti che servono regioni in via di sviluppo o periferiche oppure quella che coinvolge tratte a bassa intensità e qualsiasi tipo di scalo. Nel 2018 erano 176 le rotte soggette a tali oneri, nello specifico con 14 Paesi presi in considerazione. Quali sono state esattamente le rotte più trafficate in assoluto? Il primato dell’affollamento spetta senza dubbio ai dipartimenti d’oltremare della Francia, con il collegamento aereo tra Guadalupa (Point-à-Pitre) e la capitale Parigi. I 3500 Euro citati in precedenza comprendono varie voci: il personale, l’hangar per il parcheggio, l’assicurazione, altri costi fissi, il carburante, la manutenzione, le spese aeroportuali e di handling. L’anno prima, nel 2017, i passeggeri erano di più (2496) ed il sussidio medio di 379,32 Euro per cliente. 

Sr - 1234148

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar