It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aereo 737 Max pronto a tornare anche in Europa

Possibile autorizzazione nel corso della prossima settimana

Prima gli Stati Uniti ed ora anche l’Europa. Per l’aereo B-737 Max si stanno aprendo sempre più cieli dopo la lunghissima indagine che lo ha coinvolto in seguito ai due tragici incidenti avvenuti nel 2018 e nel 2019 (leggi anche l’articolo che è stato pubblicato da AVIONEWS). Patrick Ky, direttore esecutivo di Easa (European Aviation Safety Agency, l’agenzia europea che si occupa della sicurezza aerea per intenderci), è sicuro dell’autorizzazione per il decollo del velivolo nel vecchio continente ormai ad un passo. La prossima settimana dovrebbe essere decisiva in questo senso, dopo un’attesa lunga quasi due anni (la sospensione dei collegamenti col 737 Max risale al marzo del 2019). Le modifiche hanno convinto un numero crescente di vettori aerei, tanto è vero che ci sono stati voli di linea sia in America che in Brasile. Serve ancora una certificazione speciale prima del grande ritorno, poi la ripresa dei collegamenti dovrebbe essere effettiva nel corso della prossima estate. I due incidenti già citati si sono verificati in Indonesia ed in Etiopia, causando la morte di circa 350 persone, tra passeggeri e membri d’equipaggio. I problemi sono stati quelli al software di controllo del volo che si è attivato al momento sbagliato; Easa ha preteso una revisione in questo senso, seguendo l’esempio di Federal Aviation Administration (Faa). Oltre al nuovo software, gli aerei 737 Max dovranno ora avere un cablaggio diverso ed i piloti dovranno sottoporsi ad un addestramento più rigido ed obbligatorio. 

Sullo stesso argomento leggi anche la notizia che è stata pubblicata da AVIONEWS.

Sr - 1234373

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar