It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Voli cancellati, Bruxelles avvia indagine su pratiche vettori aerei

Inchiesta coordinata insieme ad autorità Cpc

La Commissione europea e Cpc (Consumer Protection Cooperation) hanno deciso di indagare in maniera coordinata sui comportamenti di alcuni vettori aerei e la pratica della cancellazione dei voli che purtroppo è diventata molto comune ai tempi della pandemia da coronavirus (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Le restrizioni hanno impedito a molti aerei di decollare e l’obiettivo di questa indagine è quello di far luce sulle informazioni fornite dalle stesse compagnie ai consumatori, in primis sui loro diritti come passeggeri. Le richieste dei rimborsi, poi, devono essere state fornite in maniera dettagliata, altro focus dell’iniziativa congiunta. Tutto è partito in seguito ad un avviso dell’ufficio europeo dei sindacati dei consumatori, meglio noto come Beuc. Come hanno sottolineato Bruxelles e Cpc, nell’ipotesi di rimborsi difficili ed impossibili, alle aviolinee sarà chiesto di riferire sulle misure da adottare per rimediare, una soluzione che va messa in atto nel giro di tre settimane. Le autorità Cpc di sei Stati membri vigileranno sui comportamenti dei vettori, nonostante la maggior parte delle indagini verrà gestita dall’agenzia svedese che si occupa di diritti dei consumatori. Arriveranno in seguito altre misure, soprattutto dal punto di vista normativo, come rimarcato da Adina Valean, commissario europeo ai trasporti. Tra le compagnie che sono state considerate agli ultimi posti per quel che concerne i rimborsi sono spesso figurate Ryanair e Virgin Atlantic.

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1235142

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar