It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Vettori aerei. Iberia richiama dipendenti Erte dopo aumento prenotazioni

I lavoratori sospesi sono scesi dal 34 al 10%

Un salvataggio in extremis e che è motivato con l’importante aumento delle prenotazioni di collegamenti aerei: il vettore Iberia sta registrando una buona domanda da qualche giorno a questa parte per quel che riguarda i prossimi mesi, soprattutto quelli estivi (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Ecco perché si è scelto di non far rimanere a casa i dipendenti che beneficiano dell’Erte. Con questa sigla si identificano gli Expedientes de Regulación Temporal de Empleo, in poche parole la sospensione temporanea del contratto di lavoro. Il personale in questione dovrà gestire il maggior numero di viaggi, tanto è vero che la misura riguarda ormai soltanto il 10% della forza-lavoro, mentre fino a pochi giorni fa la percentuale era ferma al 34%. La scelta del Regno Unito di aprire le frontiere e la campagna di vaccinazione a livello mondiale hanno convinto molte aziende del settore turistico e soprattutto la clientela. Entrando maggiormente nel dettaglio dell’occupazione di Iberia, i dipendenti in Erte erano mille, ma sono scesi a quota 300 nelle ultime ore. Tra l’altro, questa compagnia può vantare un primato non indifferente fra quelle che fanno parte di Iag (International Airlines Group): l’aviolinea spagnola vanta il minor calo dei ricavi, una perdita su base annua pari a 60 punti percentuali, visto che nel 2019 il totale era stato molto vicino ai 3,4 miliardi di Euro. Circa la metà dei 2,2 miliardi appena menzionati si riferisce al trasporto-passeggeri (per l’appunto 1,1 miliardi), una voce che ha registrato un calo di 71 punti percentuali su base annua. Iag controlla anche British Airways, Aer Lingus e Vueling. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1235263

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar