It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Nuove norme della Tunisia per turismo e collegamenti aerei

Previsti diversi covid test per i passeggeri

Dopo il via libera della Grecia (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS), un’altra Nazione a vocazione turistica si sta preparando per le riaperture. Si sta parlando della Tunisia, pronta a far partire una massiccia campagna interna di vaccinazioni, per la precisione dal prossimo 13 marzo. Verrà data la priorità ad anziani, operatori sanitari, malati cronici, come reso noto nelle ultime ore dal governo locale, senza dimenticare le novità in tema di viaggi e di ingresso di cittadini stranieri. In base alle nuove disposizioni del comitato tunisino che si occupa della lotta al coronavirus, fino al prossimo 28 marzo tutte le persone che arriveranno nel Paese mediante collegamento aereo, marittimo o ferroviario dovranno sfruttare un servizio di prenotazione predisposto ad hoc. I passeggeri avranno l’obbligo di presentare un covid test negativo che sia stato effettuato nelle 72 ore precedenti l’arrivo, senza dimenticare l’obbligo di un altro test sanitario rapido per quel che riguarda le aree di transito dello Stato africano. Al termine di un periodo di isolamento di 48 ore servirà un ulteriore test (Pcr per la precisione), finito il quale si potrà lasciare la struttura ricettiva. Tra l’altro, Tunisi ha previsto la fine del divieto di spostamento tra le varie regioni e la modifica degli orari relativi al coprifuoco, vale a dire dalle 22:00 alle 5:00 del giorno successivo. Proprio di recente, a causa dell’emergenza sanitaria che tutti stiamo affrontando, la Nazione ha paventato l’ipotesi di sospendere alcuni collegamenti aerei con l'Italia in vista delle misure di sicurezza per contenere la diffusione del coronavirus. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1235358

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar