It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Tangenti ed atti falsi all'aeroporto di Fiumicino: 11 denunce

L'indagine della Polizia di frontiera

Sono sette le persone che sono state denunciate a piede libero nel corso della giornata odierna, mercoledì 17 marzo 2021, dalla Polizia di frontiera di Fiumicino. L’indagine si riferisce all’aeroporto “Leonardo da Vinci” ed alcuni episodi di corruzione, definiti “molto gravi”, ed all’utilizzo di atti falsi. Si tratta del secondo filone di un’inchiesta che è partita nel 2019: in quel caso furono dieci le persone coinvolte, tra cui anche il vice-direttore dello scalo romano. Grazie alle forze dell’ordine, si è scoperto che imprenditori dal comportamento insospettabile ricevessero invece soldi e doni per avere in cambio certificazioni, autorizzazioni ed altri vantaggi. Il denaro sarebbe stato elargito da un alto funzionario Enac (Ente nazionale aviazione civile). Le denunce sono state possibili anche grazie a filmati ed intercettazioni ambientali, fondamentali per accertare le trattative ed il versamento dei soldi legati alle tangenti. Il modus operandi è stato sempre lo stesso. Gli imprenditori denunciati avevano atteggiamenti pieni di ossequi e rispetti nei confronti del funzionario, almeno fino al momento del regalo illecito, dopo il quale il comportamento diventava arrogante e pieno di minacce più o meno velate. Altre 4 persone sono state denunciate per falso, visto che producevano documenti non autentici per velocizzare i permessi in ambito aeroportuale. Le firme erano apposte con grande superficialità, dato che il funzionario corrotto non controllava il dovuto e non effettuava nemmeno i normali riscontri. 

Sullo stesso argomento leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Sr - 1235494

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar