It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Ugl Ta su audizione Enav: "Un piano per tutte le stagioni"

Poste all'ad una serie di domande sull'attuale situazione aziendale e sui progetti futuri

Ugl Trasporto aereo comunica oggi in una nota che: "Nel pomeriggio di ieri si è tenuta un’audizione in commissione Trasporti della Camera alla quale ha partecipato l’amministratore delegato di Enav SpA.

Dopo una presentazione istituzionale da parte della società, gli esponenti politici dei diversi partiti hanno posto all’ingegner Simioni una serie di domande sull’attuale situazione aziendale e sui progetti e gli scenari futuri, anche in considerazione del difficile contesto causato dal Covid-19.

Abbiamo seguito con estrema attenzione ogni istante dell’audizione ed il bilancio finale è a dir poco inquietante, a tratti grottesco.

Le domande dei deputati della commissione Trasporti hanno toccato la maggior parte delle tematiche sulle quali da tempo esprimiamo, come Ugl Ta, le nostre perplessità ed i nostri dubbi. Domande che hanno riguardato principalmente il piano industriale della Società, per capire innanzitutto la veridicità delle voci che recentemente circolavano in azienda sulla possibilità di 'rispolverare' lo scellerato piano industriale 2018 della precedente gestione (sospeso dal ministero dei Trasporti e rimodulato dall’accordo sindacale del maggio 2019).

Incredibile, ma vero a distanza di tre anni (e con una pandemia di mezzo) pare che il nuovo (per modo di dire) piano Industriale di Enav sia più o meno lo stesso. Altro giro, altra corsa la stessa. Un progetto che sopravvive addirittura alla peggiore disgrazia che ha colpito il nostro pianeta dal secondo dopoguerra ad oggi.

Potremmo spendere pagine intere dando libero sfogo a battute ironiche ed a facile sarcasmo, se non fosse che di mezzo c’è il futuro di una intera azienda, strategica per il Paese, e dei suoi dipendenti, che ogni giorno svolgono con professionalità e passione il proprio delicato lavoro.

Le risposte della Società, che ricordiamo essere a maggioranza pubblica, hanno percorso un sentiero immaginario in bilico tra il detto e il non detto, in equilibrio (quasi) perfetto tra il 'faremo' ed il 'sarebbe opportuno che facessimo', giustificando alcune decisioni strategiche per il futuro dell’azienda attraverso affermazioni del tipo 'all’estero lo hanno già fatto da anni', denotando nel migliore dei casi un ritardo ingiustificabile da parte di Enav e nel peggiore una emulazione di modelli operativi adottati in Paesi dove il contesto complessivo non è neanche lontanamente paragonabile a quello italiano.

Una superficialità ed una scarsa chiarezza assolutamente inaccettabili per una realtà industriale come la nostra, che ogni giorno deve garantire la mobilità sicura di milioni di passeggeri.

Nelle parole dei vertici aziendali pare trasparire nuovamente la volontà di trasferire tutti gli avvicinamenti radar sugli Acc e giudizi più che positivi sono stati spesi per ulteriori esempi esterofili a supporto della riduzione del numero degli Acc italiani.

Alle torri remote invece poche parole sono state dedicate, forse per pudore, considerando che dopo tre anni qualche timido tentativo di sviluppo è stato fatto solo per quanto riguarda le torri digitali che qualcuno vuole propinarci come 'via di mezzo' tra la torre di controllo fisica e quella remota. Peccato che ad oggi non esista ancora alcuna certificazione da parte di Enac né per le torri digitali, né per quelle remote. Come se la Fiat improntasse il proprio piano industriale sulle macchine volanti.

Come in un tristissimo déjà-vu, ci sembra di rivivere quanto accaduto nel 2018.

Ugl Ta, allora come oggi, non accetterà un piano industriale che millanta innovazione tecnologica e mira invece, in una folle gestione finanziaria, a tagliare esclusivamente i costi dell’unico vero fattore produttivo di Enav: i propri dipendenti". 

Sull'argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

red - 1235797

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar