It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Ritrovato sottomarino disperso a Bali, nessun superstite

Il mezzo si è spezzato in tre tronconi

Le speranze erano molto flebili e purtroppo quelle residue sono state spazzate via nelle ultime ore dalla dura realtà. I 53 membri a bordo del sottomarino indonesiano "Kri Nanggala 402" che da diversi giorni era disperso in mare ad una profondità superiore rispetto a quella massima sono stati ritrovati privi di vita dai soccorritori (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Il mezzo era spezzato in tre tronconi, per la precisione a 850 metri di profondità (il sommergibile era stato progettato per resistere non oltre i 200 metri). Nel corso della giornata di ieri, domenica 25 aprile 2021, è arrivata la conferma che non ci sono purtroppo sopravvissuti. Si tratta di un sottomarino di fabbricazione tedesca e che è in dotazione alla marina della Nazione asiatica, il quale era impegnato in una esercitazione militare. Le cause sono ancora da accertare, come confermato da Hadi Tjahjanto, comandante dell’esercito indonesiano che ha organizzato una conferenza-stampa. Scafo, poppa e parti principali sono state avvistate l’una separata dall’altra, con una incrinatura sospetta che fa pensare ad un guasto del sistema elettrico che avrebbe impedito la riemersione. Oltre i 300 metri di profondità, la pressione dell’acqua ha squarciato il mezzo in maniera inesorabile. La tragedia si sarebbe consumata nel giro di pochi minuti: navi da guerra, aerei ed elicotteri dell’Indonesia, ma anche di altri Paesi (Stati Uniti in primis) hanno condotto ricerche approfondite che però sono risultate vane. Intanto il presidente indonesiano, Joko Widodo, ha descritto le 53 vittime come “i migliori patrioti della nostra Nazione”. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1236303

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar