It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Ryanair condannata da giudice di pace a Catania

Per mancato rimborso di un volo non sfruttato

Una nuova condanna giuridica per il vettore aereo low-cost Ryanair e questa volta a fare da sfondo è stato il nostro Paese (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Il Giudice di pace di Catania ha condannato la compagnia irlandese a pagare poco meno di 300 Euro (oltre alle spese legali) a tre passeggeri che avevano prenotato lo scorso mese di novembre un volo diretto a Roma. Il velivolo doveva partire dall’aeroporto internazionale “Vincenzo Bellini” di Catania-Fontanarossa, ma undici giorni prima del decollo era stato emanato il decreto anti-covid che impediva gli spostamenti tra comuni e Regioni. I tre uomini si erano rivolti al servizio assistenza di Ryanair per il risarcimento dei biglietti, un rimborso negato in quanto, come sottolineato dall’aviolinea guidata da Michael O’Leary, il collegamento aereo non era stato cancellato. Il giudice catanese ha dato invece ragione ai mancati viaggiatori con queste motivazioni: “In base alle nuove disposizioni, laddove sussista l'impossibilità di far fronte ai contratti di trasporto, soggiorno e pacchetto turistico, a causa dell'emergenza covid-19 e poco importa se dipenda dall'esercente, dal fruitore o da entrambi, il consumatore viene tutelato ricevendo o il totale rimborso in denaro o il rimborso, per sua esclusiva scelta, tramite voucher di durata maggiore rispetto a quella inizialmente prevista dalla legge 27 del 2020”. Il legale dei tre passeggeri ha sottolineato come la sentenza sia fondamentale in quanto è stato riconosciuto il diritto al rimborso in situazioni particolari e delicate, visto che “rispettare la legge non può ricadere economicamente sul viaggiatore”. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1236360

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar