It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Ita, accordo di massima tra Roma e Bruxelles

Flotta di aerei e personale i due nodi cruciali

L’accordo vero e proprio ancora non c’è, però sta filtrando un minimo di ottimismo sul vettore Ita (Italia trasporto aereo) che ancora stenta a decollare. L’intesa con Bruxelles non è stata raggiunta (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS) e si parla di un debutto nel corso del prossimo mese di luglio, intanto però, secondo alcune indiscrezioni, nei prossimi giorni si potrebbe concludere tutto con numeri ben precisi. La Newco comincerebbe la propria avventura con 4500-5 mila dipendenti, mentre la flotta dei velivoli dovrebbe essere caratterizzata da un totale compreso tra le 55 e le 60 unità. Non è un caso che il ministro dell’Economia, Daniele Franco, si sia sbilanciato parecchio nei giorni scorsi, nonostante la sua proverbiale cautela e riservatezza, facendo riferimento ad una “partita già risolta”. Sarà davvero come dice il titolare del dicastero di Via XX settembre? Franco avrebbe ottenuto da Bruxelles anche l'assenso allo schema di piano industriale studiato dall’amministratore delegato Fabio Lazzerini. A questo punto tutti si aspettano che Ita decolli con le dimensioni giuste, prima di parlare di una trattativa risolta in modo positivo, senza dimenticare la necessità di un buon posizionamento della compagnia sul mercato nazionale. Anche quello internazionale, comunque, non dovrà essere in alcun modo trascurato. Dopo quattro anni di amministrazione straordinaria e di una serie indicibile di difficoltà, i tempi sembrano maturi per la sospirata partenza di un vettore che è arrivato addirittura a far preoccupare per il suo destino futuro. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1236908

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar