It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

British Airways e Ryanair sotto inchiesta per rimborsi voli

Indagine della Cma britannica su collegamenti aerei cancellati

Una inchiesta destinata a fare molto “rumore”. I vettori aerei British Airways e la low-cost Ryanair sono finiti al centro di una indagine che ha a che fare con le leggi sui consumatori e sui risarcimenti dei biglietti per collegamenti aerei di cui non si è usufruito (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Bisognerà capire se le compagnie in questione hanno violato o meno la normativa in materia, dopo che la pandemia da coronavirus ha di fatto cancellato tantissimi voli di linea. Come sottolineato in queste ore da Cma (Competion and Markets Authority), le aviolinee avrebbero dovuto emettere una serie di rimborsi per via degli aerei rimasti a terra. L’autorità britannica si è rivolta sia a British Airways che a Ryanair per approfondire le situazioni, in modo da accertare le responsabilità. Volendo essere ancora più precisi, la compagnia inglese ha messo a disposizione della clientela solamente voucher oppure la possibilità di prenotare di nuovo il volo, diversamente da quella irlandese che invece ha optato per la seconda opzione senza altre alternative. Dal punto di vista legale, invece, i passeggeri avevano diritto ad un rimborso in contanti entro 14 giorni. La nota di Cma parla chiaro: “Siamo preoccupati per il fatto che, non offrendo alle persone i loro soldi indietro, entrambe le compagnie possano aver violato il diritto dei consumatori. Stiamo ora cercando di risolvere queste preoccupazioni con le aziende, il che può includere la ricerca di rimborsi o altri risarcimenti per i clienti interessati”. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1237257

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar