It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Pentagono valuta raid aerei in Afghanistan in caso di crisi

Intervento verrebbe motivato da eventuale ritorno talebani

Il dipartimento americano della difesa sta considerando un possibile intervento militare in Afghanistan nel caso in cui il Paese asiatico dovesse finire nuovamente sotto il controllo dei talebani (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Come annunciato ad aprile dal presidente Joe Biden, infatti, le truppe statunitensi lasceranno questo territorio a partire dal prossimo 11 settembre, anche se la precisazione del Pentagono è stata perentoria. I raid aerei saranno autorizzata qualora Kabul o le altre località importanti dovessero avere problemi. A rivelarlo in queste ultime ore è stato il “New York Times” che ha citato alcuni funzionari del dipartimento stesso. Una decisione vera e propria, comunque, non è stata presa: una delle opzioni è quella dell’impiego di aerei militari oppure droni armati nell’eventualità di crisi di ampie proporzioni, come ad esempio quelle in cui ambasciate e sedi consolari dovessero essere minacciate. La precedente amministrazione americana, quella guidata dal presidente Donald Trump, aveva fatto intendere come la data del primo maggio scorso fosse quella più giusta per il ritiro, per lo meno in seguito ai negoziati con i talebani. Sono passati quasi vent’anni esatti dall’11 settembre 2001 ed una data tanto simbolica per gli Stati Uniti è stata scelta dal presidente Joe Biden per annunciare l’imminente addio ad una delle Nazioni più martoriate del mondo. Ora si dovranno attendere conferme ufficiali in merito ai possibili attacchi futuri, intanto le indiscrezioni hanno provocato un acceso dibattito sul web, come era facile prevedere. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1237281

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar