It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aperte due inchieste su aereo precipitato a Padova

Nell'incidente è morto Egidio Gavazzi, fondatore di "Airone"

Sono due le inchieste che sono state aperte nelle ultime ore per l’incidente aereo avvenuto due giorni fa, sabato 19 giugno 2021, nei pressi di Padova e che ha portato alla morte dell’84enne Egidio Gavazzi, fondatore della celebre rivista “Airone”. Il velivolo, un Beechraft Be-33 Bonanza (marche I-BMBN), è andato a schiantarsi in fase di atterraggio e sull’accaduto stanno facendo luce la Procura di Padova e l’Ansv (Agenzia nazionale per la sicurezza in volo), in modo da ricostruire con maggiore precisione la dinamica del sinistro. Il velivolo non era molto distante dall’aeroporto “Gino Allegri” Città di Padova. In base a quanto si è appreso finora, il mezzo era decollato da Bresso (Milano), proprio per raggiungere la città veneta. Gavazzi ne avrebbe perso il controllo andando troppo lungo in fase di atterraggio e cercando di risollevarsi negli ultimi secondi. Purtroppo, dopo aver evitato un palazzo condominiale, l’aereo ha centrato un albero, finendo nel piazzale davanti all’aerostazione padovana. Molti automobilisti hanno notato il velivolo passare a pochi metri dalle loro macchine prima dell’incidente, con il Beechraft che ha preso fuoco in pochissimo tempo senza lasciare scampo all’84enne. L’ipotesi che va per la maggiore è la consapevolezza di Gavazzi di essere non molto distante dall’edificio residenziale, al punto da costringerlo ad una virata improvvisa per scongiurare la collisione. Ad attenderlo nello scalo c’era la nipote. Nei prossimi giorni se ne saprà probabilmente molto di più. 

Sr - 1237462

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar