It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Mar Nero, tensione tra nave militare russa e cacciatorpediniere inglese

Il mezzo britannico avrebbe sconfinato le acque territoriali - VIDEO

Un fuoco di avvertimento che ha scatenato tantissime polemiche. Nel corso della giornata di ieri, mercoledì 23 giugno 2021, una nave militare russa ha esploso alcuni colpi dopo che il cacciatorpediniere Hms Defender della marina militare del Regno Unito aveva violato i confini marittimi nel Mar Nero (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Un altro avvertimento nei confronti della nave britannica è arrivato da un aereo militare russo Su-24M. Il mezzo inglese sarebbe entrato per tre chilometri circa nelle acque territoriali della Russia, non lontano dalla Crimea per la precisione. 

Secondo quanto riferito dal ministero della difesa di Mosca, la nave sarebbe stata ammonita dell’imminente apertura del fuoco nel caso avesse compiuto altre violazioni dello stesso tipo. Quello del velivolo russo, tra l’altro, è stato un vero e proprio bombardamento di avvertimento, con l’impiego di 4 ordigni Ofab-250. L’Hms Defender è stato quindi costretto ad abbandonare in tempi rapidi le acque territoriali, con la situazione che è poi tornata alla normalità. Dal canto suo Londra ha smentito l’incidente ed i colpi, anche se poi on-line è stato diffuso un video che mostra i momenti concitati. In base a quanto comunicato dal ministero britannico della difesa, i russi stavano effettuando una esercitazione di artiglieria nel Mar Nero, fornendo alla comunità marittima un preavviso per quel che concerne le loro attività. Il passaggio navale, infine, è stato definito un “transito di routine”, nello specifico da Odessa verso la Georgia. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sotto, il video dell'incidente:


Sr - 1237530

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar