It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Risoluzione su istituzione Agenzia nazionale lotta aerea antincendio

Ed impegna il Governo ad adottare iniziative normative volte a prevedere la costituzione

Presentata dall'onorevole Maraia Generoso (M5S)

"L'VIII Commissione,

premesso che:

la flotta dello Stato preposta allo spegnimento degli incendi boschivi è una delle più grandi al mondo ed è costituita da 19 aerei Canadair;

attualmente tale flotta, di proprietà del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile del ministero dell'Interno già dal 2013, è operativamente gestita (compreso il personale di volo) da una società privata, in forza di un contratto stipulato il 2 febbraio 2018 a seguito di una procedura di gara aperta con il criterio di aggiudicazione del minor prezzo, ai sensi degli articoli 60 e 95, comma 4, lettera b), del codice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50;

il contratto impegna l'aggiudicatario a garantire la gestione operativa e logistica della flotta e lo svolgimento del servizio aereo antincendio boschivo unitamente ad una serie di attività operative secondarie;

al fine di riordinare le funzioni operative statali riguardanti lo spegnimento degli incendi boschivi con mezzi aerei, anche con l'obiettivo di raggiungere efficienza, economicità e salvaguardia dei livelli qualitativi e prestazionali del servizio, sarebbe importante istituire un organismo nazionale cui affidare la gestione logistica ed operativa della flotta aerea dello Stato; ciò consentirebbe di esercitare con omogeneità funzionale: 

a) lo sviluppo e l'attuazione delle attività operative e tecnico-logistiche per l'impiego della flotta in attività antincendio boschivo; 

b) la formazione e l'addestramento del personale aeronavigante utilizzato nella lotta aerea agli incendi boschivi; 

c) l'elaborazione di modelli organizzativi, tecniche, tattiche e procedure per l'impiego degli aeromobili della flotta di Stato nella lotta aerea agli incendi boschivi e per lo svolgimento di operazioni di monitoraggio aereo e di prevenzione degli incendi boschivi;

l'istituzione di tale organismo nazionale, oltre a notevoli benefici, in termini di efficienza ed efficacia operativa, riscontrabili in relazione agli aspetti di carattere tecnico-manutentivo, comporterebbe evidentemente anche un significativo vantaggio in riferimento ai profili di carattere istituzionale, tra i quali riveste una rilevante importanza l'esercizio dell'attività di prevenzione degli incendi; inoltre, consentirebbe allo Stato di conseguire un importante risparmio in termini economici, stante l'ammontare delle risorse oggi impiegate per l'affidamento del servizio ai privati, elemento non secondario anche in considerazione delle censure mosse dall'Autorità garante della concorrenza e del mercato in relazione a presunte condotte anticoncorrenziali poste in atto dagli operatori del settore;

al contempo, prevedendo una valorizzazione del personale e dell'esperienza maturata, un organismo nazionale come quello ipotizzato sopra, potrebbe preservare la professionalità e la capacità operativa del personale tecnico e di volo che abbia maturato una significativa esperienza nello svolgimento del servizio, consentendo una immediata operatività al nuovo organismo ed assicurando al contempo l'elasticità della relativa struttura, condizione imprescindibile per affrontare situazioni di emergenza in modo efficiente ed efficace;

è evidente che, attraverso l'istituzione di un organismo nazionale per la lotta aerea antincendio, sottoposto all'indirizzo e alla vigilanza del presidente del Consiglio dei ministri o di un ministro da lui delegato, si potrebbero superare alcuni vulnus normativi quali il ruolo del Centro operativo aereo unificato (Coau) e del Corpo dei vigili del fuoco al quale è attualmente disposto il trasferimento della flotta stessa,

impegna il Governo:

ad adottare iniziative normative volte a prevedere l'istituzione della Agenzia nazionale per la lotta aerea antincendio, di seguito denominati 'Agenzia', sottoposta ai poteri di indirizzo e di vigilanza del presidente del Consiglio dei ministri o di un ministro da lui delegato, operante sulla base di princìpi di autonomia contabile, organizzativa, tecnico-operativa, gestionale, di trasparenza e di economicità;

ad adottare iniziative normative volte a prevedere, nel pieno rispetto dei compiti del Corpo nazionale dei vigili del fuoco in materia di lotta attiva contro gli incendi boschivi, il trasferimento all'Agenzia delle competenze in materia di spegnimento con mezzi aerei degli incendi boschivi individuate dall'articolo 9, comma 1, del decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177; nonché il trasferimento della flotta aerea antincendio del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile del ministero dell'Interno;

ad adottare iniziative normative per trasferire all'Agenzia le funzioni e i compiti già attribuiti dall'articolo 7 della legge 21 novembre 2000, n. 353, al Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile del ministero dell'Interno ed al Centro operativo aereo unificato (Coau) del Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei ministri in materia di:

a) sviluppo e attuazione delle attività tecnico-operative e logistiche per l'impiego della flotta aerea in attività antincendio boschivo;

b) formazione e addestramento del personale aeronavigante utilizzato nella lotta aerea agli incendi boschivi;

c) elaborazione di modelli organizzativi, tecniche, tattiche e procedure per l'impiego degli aeromobili della flotta di Stato nella lotta agli incendi boschivi e per lo svolgimento di operazioni di monitoraggio aereo e di prevenzione degli incendi boschivi;

ad adottare iniziative normative per garantire, al fine di assicurare la continuità del servizio, la possibilità di assunzione, attraverso prove di selezione dedicate, del personale tecnico e di volo che abbia prestato servizio per almeno dieci anni anche non continuativi, purché comprensivi delle ultime due annualità, presso le società di lavoro aereo cui siano stati aggiudicati contratti di appalto per lo svolgimento del servizio di gestione operativa della flotta aerea antincendio dello Stato;

ad adottare iniziative volte ad introdurre modifiche normative, nonché ad emanare i decreti ed i regolamenti, necessari a garantire la piena istituzione dell'Agenzia nazionale per la lotta aerea antincendio, nonché la sua titolarità dei contratti relativi alla gestione operativa e logistica della flotta aerea". (7-00705) 

red - 1238273

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar