It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Covid. Risposta ad interrogazione su esportazione extra Ue vaccini prodotti all'interno Unione

Di Stella Kyriakides a nome della Commissione

"IT E-001439/2021 

Risposta di Stella Kyriakides a nome della Commissione europea (26/8/2021)

1 Le informazioni citate corrispondono ai dati di cui la Commissione dispone, anche se va detto che le esportazioni sono state autorizzate verso 35 Paesi. 

2 Il 20 maggio 2021 la Commissione ha firmato un contratto che consentirà la consegna di 1,8 miliardi di dosi all'Unione europea negli anni 2021, 2022 e 2023. Seguiranno altri contratti ed altre tecnologie. Il contratto intende rispondere a molte sfide che ci attendono, come la necessità di procedere a richiami, lo sviluppo di vaccini adattati alle nuove varianti e la possibilità di vaccinare anche i bambini nell'Ue. Il nuovo contratto con BioNTech-Pfizer sviluppa ulteriormente il principio della solidarietà globale. Contiene disposizioni specifiche per quanto riguarda la rivendita e le donazioni, che saranno possibili solo a beneficio di Paesi terzi in difficoltà o attraverso lo strumento Covax così da contribuire a un accesso equo e globale al vaccino in tutto il mondo. 

3 Nel frattempo è stato consegnato agli Stati membri un numero di dosi di vaccino sufficiente all'immunizzazione di oltre il 70% della popolazione adulta dell'Ue. L'obiettivo principale del meccanismo di autorizzazione all'esportazione è autorizzare le esportazioni solo nella misura in cui il volume delle esportazioni non sia tale da costituire una minaccia per la fornitura continua dei vaccini necessaria per l'esecuzione degli accordi preliminari di acquisto e degli accordi di acquisto conclusi tra l'Unione e i produttori di vaccini. Le autorizzazioni all'esportazione concesse riguardano, in grandissima maggioranza, BioNTech/Pfizer, società che finora ha rispettato i suoi obblighi contrattuali nei confronti dell'Ue e che ha tra l'altro ampliato la sua capacità produttiva, fatto questo che ha determinato un'accelerazione delle consegne".

AVIONEWS pubblica il testo integrale dell'atto parlamentare:

"Interrogazioni parlamentari 

16 marzo 2021 

Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-001439/2021/rev.1 alla Commissione Articolo 138 del regolamento

Paolo Borchia (ID), Simona Baldassarre (ID), Matteo Adinolfi (ID), Alessandra Basso (ID), Massimo Casanova (ID), Danilo Oscar Lancini (ID), Rosanna Conte (ID), Angelo Ciocca (ID), Valentino Grant (ID), Marco Dreosto (ID), Elena Lizzi (ID), Alessandro Panza (ID), Antonio Maria Rinaldi (ID), Isabella Tovaglieri (ID), Lucia Vuolo (ID), Stefania Zambelli (ID), Marco Zanni (ID), Annalisa Tardino (ID), Mara Bizzotto (ID), Silvia Sardone (ID), Marco Campomenosi (ID)

Risposta scritta

Oggetto: esportazione extraeuropea di vaccini prodotti all'interno dell'Unione

Secondo dati riportati dalla stampa, aggiornati al 9 marzo, l'Ue avrebbe finora concesso l'esportazione di un ammontare complessivo di 34.090.287 dosi vaccinali verso almeno 31 Paesi terzi, tra cui 9.106.162 verso il Regno Unito, 3.917.640 verso il Canada, 3.134.204 verso il Messico, 2.720.210 verso il Giappone, 1.368.900 verso l'Arabia Saudita, 1,3 milioni verso Hong Kong e 953.723 verso gli Stati Uniti.

In base alle dichiarazioni del presidente del Consiglio europeo rese in data 9 marzo, l'esportazione delle dosi al di fuori dell'Unione scaturirebbe non solo dall'implementazione dei piani commerciali delle case produttrici, ma anche da una strategia politica promossa dalle istituzioni europee e finalizzata a rafforzare la diffusione extraeuropea delle dosi prodotte all'interno dei confini dell'Unione.

Ciò premesso, può la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:

1 Conferma essa i dati sopra riportati?

2 Riconosce che il trasferimento di poteri con cui gli Stati membri delegavano alla Commissione il coordinamento nella strategia di acquisto dei vaccini era finalizzato a garantire il sufficiente approvvigionamento per gli Stati membri stessi e non per eventuali esportazioni extra Ue?

3. Come giustifica il sostegno all'esportazione dei vaccini alla luce delle serie difficoltà affrontate dagli Stati membri nel reperimento di dosi per il fabbisogno vaccinale dei propri cittadini?

La presente interrogazione è sostenuta da un deputato diverso dagli autori: Gianantonio Da Re (ID)

Ultimo aggiornamento: 22 aprile 2021". 

red - 1238623

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar