It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

AdR-Eni: accordo per sviluppo biocarburanti per aviazione

Per promuovere iniziative

Eni ed Aeroporti di Roma (AdR) hanno sottoscritto un accordo strategico per promuovere iniziative di decarbonizzazione del settore aereo ed accelerare il processo di transizione ecologica degli scali. 

Eni dal 2014 produce biocarburanti idrogenati Hvo nelle bioraffinerie di Venezia e Gela grazie alla tecnologia proprietaria Ecofining, che consente anche di produrre carburanti sostenibili per l’aviazione (Saf) da materie prime di origine vegetale e di scarto. La nuova strategia Eni “net zero carbon al 2050” consentirà di fornire una varietà di prodotti interamente decarbonizzati, coniugando sostenibilità ambientale e finanziaria. La recente fusione dei business rinnovabili e del retail, lo sviluppo delle bioraffinerie e della produzione di biometano e la vendita di vettori energetici low carbon e servizi alla mobilità nelle stazioni di servizio, sono tra le principali leve per intraprendere il percorso di decarbonizzazione.

AdR, tra i primi poli aeroportuali italiani e migliore scalo in Europa negli ultimi tre anni, già dal 2013 è carbon neutral ed ha deciso di azzerare del tutto le proprie emissioni entro il 2030. Un obiettivo accreditato dalla prima ed unica attestazione ACA 4+ ad uno scalo europeo -la più alta certificazione sulla riduzione delle emissioni di CO2 negli aeroporti- e consolidato con la recente emissione –in questo caso primo aeroporto al mondo- di un Sustainability-Linked Bond da 500 milioni di Euro che collega direttamente il costo del debito ai risultati di sostenibilità effettivamente raggiunti. 

L’accordo prevede lo sviluppo di progetti di decarbonizzazione e digitalizzazione per favorire la transizione a “smart hub” degli aeroporti gestiti da AdR. In particolare, l’intesa vedrà l’introduzione nei prossimi mesi di combustibili sostenibili per l’aviazione (Saf-Sustainable Aviation Fuel) e per la movimentazione a terra (Hvo - Hydrotreated Vegetable Oil) che permettono una riduzione delle emissioni di CO2 rispetto ai carburanti fossili. Inoltre, sarà definito un programma congiunto di sviluppo di servizi di mobilità sostenibile e di distribuzione ai clienti finali, oltre a progetti di integrazione energetica, in coerenza con i modelli più avanzati di transizione e digitalizzazione.

red - 1238921

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar