It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aeroporto Bordeaux: low-cost spinta per ripresa

L'obiettivo dello scalo è arrivare a 3 milioni di viaggiatori nel 2021

L'aeroporto di Bordeaux-Mérignaca punta sul business delle compagnie low-cost. Nel contesto caotico della pandemia le dichiarazioni contrarie dei politici e degli ecologisti locali faticano a resistere alla prova dei fatti dell'industria aerea nazionale. Infatti, le grandi ambizioni di Ryanair sullo scalo della Francia sud-occidentale, hanno portato la compagnia irlandese ad introdurre da novembre due nuove destinazioni verso la Spagna: Madrid e Canarie.

La stagione autunno-inverno vedrà così 22 destinazioni. Nel 2021 "siamo tornati al 110 per cento della capacità pre-covid-19 su tutta la rete francese", ha assicurato il direttore commerciale di Ryanair, Jason McGuinness. La prova dell'importanza data dal vettore low-cost all'aeroporto della Gironda è l'apertura di una delle quattro basi francesi proprio a Bordeaux. L'obiettivo di McGuinness per la stagione fredda è ripristinare la fiducia nel certificato sanitario europeo sia tra i passeggeri che per i clienti commerciali. 

Secondo il direttore dello sviluppo dell'aeroporto di Bordeaux, Jean-Luc Poiroux, in estate è stata superata ogni aspettativa. Contestualmente Ryanair è passato dal quarto al secondo posto in termini di numero di passeggeri trasportati. La primo operatore è un'altra low-cost: EasyJet. A testimonianza del fatto che questo segmento di business rappresenta una fetta importante: circa il 60 per cento del traffico dello scalo. L'obiettivo, conclude il dirigente, è raggiungere i tre milioni di passeggeri nel 2021. C'è ottimismo. Anche se il dato è ben lontano dai 7,1 milioni registrati nel 2019. 

Gic - 1239061

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar