It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Londra e Washington accusano Iran per attacchi cyber

Sarebbero responsabili di molti crimini con metodo ransomware

Le agenzie statunitensi Federal Bureau of Investigation (Fbi) e Cybersecurity and Infrastructure Security Agency (Cisa), in una dichiarazione congiunta con i centri di sicurezza informatica del Regno Unito e dell'Australia, hanno accusato il governo dell'Iran di sostenere attivamente gli attacchi hacker che negli ultimi mesi hanno preso di mira aziende ed infrastrutture critiche degli Stati Uniti ed in Europa, inclusi il settore trasporti e sanità. 

Nella quasi totalità dei casi si tratta di attacchi ransomware -ovvero il furto di dati per estorcere denaro alle vittime- condotti dagli hacker sfruttando dei bug, come quello nel software di sicurezza sviluppato dall'azienda Fortinet o come la falla nel programma di posta elettronica di Microsoft. 

Secondo il report, gli hacker iraniani sarebbero con certezza dietro almeno due violazioni: quella di un sito municipale e quella di un ospedale pediatrico avvenute la scorsa estate. Le accuse contro Teheran si aggiungono a quelle già rivolte contro gruppi di cybercriminali russi, sempre per attacchi ransomware.

Sullo stesso argomento vedi la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Gic - 1240494

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar