It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

ITA Airways (2): ricavi dimezzati a 90 milioni di Euro

I numeri illustrati in commissione Trasporti. Scontro sulla politica del personale

La neonata ITA Airways ha trasportato 1,26 milioni di passeggeri realizzando un fatturato di circa 90 milioni di Euro. È quanto emerso oggi in audizione presso la commissione Trasporti della Camera dei deputati dove il presidente esecutivo, Alfredo Altavilla, e dell’amministratore delegato, Fabio Lazzerini hanno fatto un primo bilancio e illustrato le prospettive della società. 

Dal punto di vista prettamente economico nel 2021 i ricavi sono stati il 50% inferiori rispetto a quanto previsto dal piano industriale. Un risultato influenzato da alcuni fattori: la pandemia, l'impatto della pandemia sulle rotte intercontinentali, la mancata vincita del bando per la continuità territoriale in Sardegna, il ritardo nell'avvio della campagna pubblicitaria sul marchio. 

Lo ha spiegato Altavilla che ha precisato che è stato fatto un buon lavoro per ridurre i costi, in quanto "era tanta l'erba da tagliare rispetto alla precedente gestione Alitalia". Un commento che poco è piaciuto ad alcuni parlamentari presenti in audizione. Davide Gariglio (Pd) e Maurizio Lupi (Noi con l'Italia) si sono detti "preoccupati dalla politica sul personale" e hanno chiesto perché attualmente vi siano 2235 dipendenti assunti rispetto ai 2500 lavoratori dichiarati nei mesi scorsi. Il presidente esecutivo di ITA Airways ha replicato laconico: non sono stai assunti perché "non siamo la Croce Rossa di Alitalia. Non mi interessa di quei dipendenti perché non sapevamo cosa fargli fare. Nessuno assume personale solo perché italiano". Intanto, ha continuato il presidente della compagnia, "le assunzioni procedono secondo programma. Sfrutteremo il bacino di piloti Alitalia e di altre compagnie aeree, anche quelle italiane in difficoltà". ( Ci si domanda ma non stanno utilizzando soldi dei contribuenti?)

Infine la questione alleanza che dovrebbe essere siglata entro la metà del 2022. "È necessario integrare la compagnia all'interno di un'alleanza a condizioni di pari dignità sul lungo periodo, che garantisca crescita e risultati economici positivi e sfrutti e valorizzi le potenzialità dei nostri hub di Fiumicino e Linate per generare traffico per Ita Airways, evitando di diventare la ruota di scorta di altri vettori". ITA Airways è in contatto con vari operatori sia europei che extraeuropei. 

L'audizione proseguirà nella giornata di mercoledì 19 gennaio.

Sullo stesso argomento vedi la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Gic - 1241491

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar