It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Conclusa la due giorni Congresso delegati Anacna

Principali innovazioni che ad oggi stanno modificando panorama mondiale controllo traffico aereo

Si è concluso (5-6 aprile) il XXVII congresso dei delegati Anacna, l’Associazione nazionale degli assistenti e dei controllori della navigazione aerea. Anacna è l'unico organismo tecnico-professionale del controllo del traffico aereo in Italia che non riveste alcun carattere politico, sindacale o di lucro. Al suo interno raccoglie professionisti, civili e militari, controllori ed assistenti al traffico aereo nazionale.

L'associazione collabora con tutti gli organismi e le realtà operanti nell'ambito dell'assistenza al volo, proponendosi come scopi principali:

  • La sicurezza e l'efficienza della navigazione aerea;
  • Lo sviluppo dei mezzi e delle procedure per un sicuro, economico e spedito controllo del traffico aereo, in campo nazionale ed internazionale;
  • L'aggiornamento tecnico-professionale di tutti gli assistenti e controllori del traffico aereo.

 Il congresso ha visto la partecipazione dei più importanti stakeholder aeronautici: Enav (Società nazionale assistenza volo), TechnoSky, Enac (Ente nazionale aviazione civile), Iata (International Air Transport Association), Ifatca (International Federation of Air Traffic Controllers' Associations, Federazione internazionale associazioni controllori traffico aereo), IdS (Ingegneria dei sistemi) ed Anpac (Associazione nazionale piloti aviazione civile).

Si è parlato delle principali innovazioni che già a tutt'oggi stanno radicalmente modificando il panorama mondiale del controllo del traffico aereo.

Per i virtual center si è parlato dei relativi principi, necessari per ottimizzare la flessibilità delle operazioni di controllo del traffico aereo, rendendo questo indipendente dalla geografia Ats con un migliore rapporto costo-beneficio a vantaggio degli utenti degli spazi aerei.

Il secondo panel è stato incentrato sullo U-space, concetto di prossima implementazione per la gestione sicura, spedita ed efficiente del traffico aereo dronico.

Altro aspetto centrale agli sviluppi tecnologici ed industriali è stato quella della mobilità aerea urbana, sempre più centrale per migliorare la vita delle persone che vivono in ambienti cittadini e non solo.

Hlo (High Level Operation) riguardanti lo spazio aereo al di sopra di quello normalmente utilizzato dall’aviazione convenzionale che si sta popolando sempre più di nuovi utenti ed operazioni. La diversità dei veicoli è sostanziale (da palloni senza pilota a velivoli super ed ipersonici a veicoli trans-atmosferici e suborbitali) così come sono innovative le operazioni spaziali commerciali per lanci e rientri.

Ulteriore panel è stato dedicato ai progetti che Anacna sta portando avanti con Deep Blue, società di ricerca e sviluppo con sede a Roma, impegnata in importanti progetti legate allo sviluppo del "Cielo unico europeo" ("Single European Sky").

Mahalo (Modern ATM via Human/Automation Learning Optimisation): il progetto ha lo scopo di investigare in che modo l’intelligenza artificiale può essere integrata con l’elemento umano nell’ambito del controllo del traffico aereo e quale deve essere il grado di interdipendenza di questi. Soprattutto serve a definire chi, o cosa, prende decisioni. La domanda importante: chi sarà il responsabile in caso di evento? Il controllore, il costruttore, il programmatore, il provider?

Invircat (Investigating Ifr Rpas Control in Airports and Tma): il progetto intende sviluppare soluzioni innovative per gestire le interazioni tra voli Ifr e droni (Rpas) nel sistema delle aree terminali e in ambiente aeroportuale, cercando di evitare impatti significativi sul volo pilotato e sulle responsabilità dei controllori del traffico aereo. L’interazione tra mezzi manned ed unmanned è un ambito sempre più centrale agli sviluppi futuri del comparto aeronautico, con l’industria che spinge per l’implementazione commerciale di queste nuove tipologie di macchine volanti.

Skill Up (Skilling, upskilling and reskilling in the future Air Transport): il progetto individua le future capacità che gli operatori dei servizi aeronautici dovranno avere, acquisire o migliorare per far fronte ai nuovi scenari operativi.

Asr (Automatic Speech Recognition): è uno degli strumenti che si stanno sviluppando in ambito Sesar (Single European Sky ATM Research) per favorire la digitalizzazione nel controllo del traffico aereo. Si tratta di strumenti in grado di convertire in digitale le istruzioni fornite a voce dal Cta che vengono poi trasmesse tramite data link agli aeromobili. Il loro utilizzo è ipotizzato nelle torri di controllo per supportare l’Amsgcs così come negli Acc per meglio interagire con il Cpdlc.

Sull'evento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS

red/f - 1243621

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar