It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

FA ed Aeroitalia: sviluppo del traffico aereo aeroporto "Ridolfi" di Forlì

Una partnership strategica triennale

Forlì Airport Srl, la società espressione dell’imprenditoria romagnola che si è aggiudicata la concessione di gestione aeroportuale del "Luigi Ridolfi", ed Aeroitalia, la nuova compagnia aerea italiana indipendente che ha ottenuto a fine aprile il Coa (Certificato di operatore aereo) da parte di Enac (Ente nazionale aviazione civile), comunicano di aver definito un accordo triennale di sviluppo del traffico aereo nazionale ed internazionale in partenza ed arrivo dall'aeroporto locale.

Con questo accordo, le due società, entrambe a capitale interamente privato, prevedono di dare un impulso immediato, già a partire dalla prossima estate, al traffico aereo dello scalo forlivese dove è previsto essere basato da subito un B-737/800 per l’operatività dei collegamenti regolari di linea oltre ad un secondo aeromobile dello stesso tipo destinato ai voli charter in partenza da Forlì o da altri scali europei.

Alla luce dei dati emersi circa le intenzioni di vacanza degli italiani che prevedono, anche per il 2022, una concentrazione di oltre l’85% in ambito domestico, è stato definito un planning estivo delle rotte concentrato principalmente sugli scali nazionali.

La programmazione, con inizio delle operazioni dal 9 luglio 2022, sarà particolarmente fitta con un network di dieci destinazioni ognuna delle quali servita da un operativo studiato in base alle esigenze delle singole aree di origine e destinazione.

Da Forlì si potrà quindi tornare a volare in Sicilia –dove saranno serviti ben tre scali: Catania, Trapani e Lampedusa-, in Sardegna –sia ad Olbia che ad Alghero-, e poi, ancora, a Brindisi, Lamezia Terme ed infine a Napoli che sarà servita da ben quattro frequenze settimanali.

Parimenti, anche in termini di incoming, Forlì tornerà facilmente raggiungibile dalle isole e dai principali scali del Mezzogiorno facilitando in questo modo lo sviluppo sia del traffico leisure sia di quello business.

Oltre alle summenzionate rotte nazionali, Malta e Zante completano il panorama dei collegamenti che porteranno a più di 60 i movimenti settimanali estivi operati dal vettore romano.

Forlì inoltre conferma la sua vocazione di principale polo aeronautico italiano poiché scelto come base per la manutenzione di tutta la flotta di aeromobili della stessa compagnia.

Tre sono le classi tariffarie disponibili, a loro volta tutte dinamiche, che si differenziano per tipologia di bagaglio incluso e parametri di flessibilità in fase di modifica o cancellazione.

Giuseppe Silvestrini, presidente FA Srl, ha dichiarato: “L’aeroporto è pronto a ripartire dopo aver vissuto un periodo difficile, figlio delle diverse variabili esogene verificatesi, e tutti noi abbiamo grande entusiasmo e stimoli quotidiani per far tornare Forlì al centro delle attenzioni del mondo aeronautico. Lo stesso nostro pensiero lo ha avuto Aeroitalia, vettore che ha scelto Forlì come una delle sue basi per iniziare il suo ambizioso e sfidante progetto che la vedrà volare nei cieli d’Italia e di tutto il mondo iniziando proprio dal 'Luigi Ridolfi'. Sono molto soddisfatto delle mete estive concordate, perché permetteranno a tante famiglie di pianificare le ferie estive e di poter visitare stupende città italiane. Queste destinazioni consentiranno inoltre di collegare la Romagna con il Sud Italia e le isole, venendo incontro alle esigenze di tanti imprenditori, a dimostrazione che il 'Ridolfi' è davvero al servizio di tutti”.

Gaetano Intrieri, Chief Executive Officer di Aeroitalia, afferma che: “Siamo una compagnia giovane, costituita in tempi record per l’aviazione civile che dopo l’avvio delle attività di charter, oggi è già qui ad annunciare l’avvio delle operazioni di linea. Come Aeroitalia abbiamo accolto la sfida propostaci dal management dell’aeroporto di Forlì e siamo lieti di investire in questo progetto ambizioso per il quale la nostra compagnia ha costruito un network di voli per rispondere alle esigenze di un territorio dinamico come quello della catchment area di Forlì e della Riviera romagnola”.

Sull'argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS

red/f - 1244743

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar