It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Senza mascherina in aereo, negli Usa 700 passeggeri "rifiutati"

Le politiche statunitensi prevedono il volto coperto dai due anni in su

"Il catalogo è questo": non si tratta di amanti, ma con la stessa precisione di Leporello nel “Don Giovanni” di Mozart, il “Los Angeles Times” ha elencato il numero di passeggeri a cui è stato vietato il viaggio dai vettori aerei americani in questo difficile momento sanitario. Si sta parlando di oltre 700 persone che hanno rifiutato di indossare la mascherina e che non sono state gradite a bordo. La maggiore severità in assoluto è stata mostrata da Delta Airlines (vettore che potrebbe diventare partner di Alitalia, come approfondito da AVIONEWS), la quale “vanta” 270 rifiuti. Non sono bassi nemmeno i numeri di United Airlines (150 viaggiatori nella “black list”), Spirit Airlines (128) e Frontier Airlines (106). 

Non sono mancati nemmeno gli avvertimenti da parte degli stessi vettori, una sorta di “cartellino giallo”, usando il gergo calcistico, per far capire ai passeggeri di essere a rischio. Tra l’altro, questo particolare conteggio potrebbe essere anche maggiore, visto che un’aviolinea importante come American Airlines non ha voluto diffondere lo stesso tipo di informazioni. Negli Stati Uniti, la mascherina viene imposta a chi viaggia in aereo e ha più di due anni, con delle limitazioni previste per il consumo di cibo o bevande oppure per l’assunzione di farmaci. In tutto il mondo, comunque, si sono registrati casi particolari di persone che hanno provocato caos e disordine proprio per il rifiuto di coprire il volto, come ha anche approfondito AVIONEWS.

Sr - 1231651

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar