It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Enac, bassa adesione allo sciopero contro Epe

Il progetto di trasformazione ha convinto i dipendenti

Nel corso della mattinata odierna, mercoledì 16 settembre 2020, alcuni dipendenti di Enac (Ente nazionale aviazione civile) hanno organizzato uno sciopero di fronte alla sede del ministero delle Infrastrutture e trasporti. L’adesione è stata molto bassa (si parla di circa il 20%); a Roma, per la precisione davanti al dicastero di Piazzale di Porta Pia, si è manifestato contro la trasformazione in Ente pubblico economico (Epe) di cui si parla diffusamente da tempo (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS). 

L'adesione allo sciopero è stata trascurabile e non ha creato disservizi al trasporto aereo. Sorge spontanea una domanda: ha senso al giorno d’oggi e nelle condizioni sanitarie che tutti conosciamo, fare scioperi del genere? I numeri fanno capire come la maggioranza dei lavoratori di Enac abbia intuito e capito l’importanza del momento; il progetto di trasformazione è volto, come sottolineato da Uiltrasporti, a migliorare le condizioni dei dipendenti e del trasporto aereo. Lo sciopero era stato programmato dalle 9:00 alle 13:00 di oggi con un comunicato congiunto di diverse sigle sindacali legate alla pubblica amministrazione. La stessa Uiltrasporti ha aggiunto come tutti siano “consapevoli che molto lavoro dovrà ancora essere fatto, ma con prospettive in precedenza inimmaginabili. Questo ci ha dato e ci darà la forza per continuare a fare bene il nostro lavoro nell’interesse esclusivo del personale Enac, del trasporto aereo e del Paese". La protesta indetta dai sindacati di categoria della PA non ha visto l'adesione di quelli di categoria del trasporto. La trasformazione in Epe di Enac sarà discussa in Parlamento nelle prossime settimane.

Sr - 1231884

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar