It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aerei. Ana potrebbe licenziare 3500 dipendenti

Il vettore giapponese sta rivedendo il piano industriale

Sol levante o calante? Il dubbio è lecito dopo aver appreso dell’ultima misura occupazionale del vettore aereo giapponese All Nippon Airways, intenzionato a licenziare 3500 dipendenti entro i prossimi due anni. Ana sta guardando con pessimismo al periodo 2020-2022, visto che la crisi innescata dal covid-19 si fa sentire come non mai e servono provvedimenti urgenti e purtroppo dolorosi. La forza-lavoro dell’aviolinea nipponica (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS) è composta da 46 mila persone e già negli ultimi mesi di quest’anno alcuni di loro dovranno fare i conti con un “benservito”. L’idea è quella di proporre prepensionamenti e trasferimenti temporanei in altre divisioni della compagnia. 

Di assunzioni non se ne parla proprio, anzi nel corso del 2021 verranno ridotte di circa venti punti percentuali rispetto a quanto previsto inizialmente. Il piano industriale non è affatto incoraggiante. Anzitutto, il vettore asiatico dovrebbe ridurre i costi operativi di 100 miliardi di yen (circa 800 milioni di Euro per la precisione), senza dimenticare i nuovi stipendi per 15 mila lavoratori; secondo quanto riferito in queste ultime ore dai media locali, le sforbiciate alle retribuzioni dovrebbero essere pari al 30%. Infine, All Nippon Airways starebbe pensando di rivedere la negoziazione di 30 aerei di grandi dimensioni a causa del minor numero di rotte internazionali (vedi AVIONEWS).

Sr - 1232854

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar