It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Canada aiuterà vettori aerei che rimborseranno i passeggeri

Finora sono stati offerti solamente dei voucher

Aiuti statali sì, ma soltanto a determinate condizioni. Il Canada ha deciso di venire in soccorso del settore aereo (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS), ma non tutti i vettori saranno supportati allo stesso modo. Il requisito fondamentale, almeno secondo Ottawa, è il rimborso ai passeggeri alle prese con voli cancellati causa covid. La precisazione è stata fatta in queste ultime ore da Marc Garneau, ministro dei trasporti della Nazione nordamericana: le aviolinee canadesi hanno registrato forti perdite per colpa del coronavirus, tanto è vero che il livello della domanda è crollato di 90 punti percentuali. 

Proprio per questo motivo sono state costrette a cancellare i collegamenti aerei prenotati con diverso anticipo; per non dare spazio al malcontento, dunque, si sono affidate più che altro ai voucher e non ai rimborsi in denaro (vedi AVIONEWS). Garneau ha usato parole molto chiare per far capire il meccanismo degli aiuti ai vettori: “Prima di spendere anche un solo centesimo dei soldi dei contributi per questo settore, ci assicureremo che i canadesi ottengano ogni rimborso. Faremo in modo che si mantengano i collegamenti regionali per far restare unito il Paese”.

A testimonianza delle difficoltà del settore, lo scorso mese di agosto si è scoperto come il Canada sia costretto ad affidarsi ai vecchi velivoli di soccorso a causa del rallentamento della consegna di quelli nuovi, come ricostruito anche da AVIONEWS

Sr - 1233160

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar