It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Difesa aerea. Ungheria acquista sistemi Nasams

Lo ha annunciato il governo locale

Come reso noto nelle ultime ore dal governo ungherese, la Nazione magiara ha accettato di acquisire i sistemi di difesa aerea meglio noti come Nasams da due compagnie, una norvegese ed un’altra americana. Si sta parlando della scandinava Kongsberg e della statunitense Raytheon che metteranno a disposizione il National Advanced Surface to Air Missile System (questo l'acronimo), un sistema a medio e lungo raggio che è stato introdotto per la prima volta nel lontano 1998. I dispositivi di difesa aerea appena dettagliati verranno presi in consegna a partire dal 2023, dunque bisogna attendere ancora tre anni prima dell’utilizzo effettivo. 

Già ad agosto Budapest si era accordata con Washington per nuove armi finalizzate allo stesso scopo: l’accordo estivo è stato quantificato in un miliardo di dollari, nello specifico si è trattato di missili aria-aria a lungo raggio, sempre dopo un'intesa con la già citata Raytheon. Tornando a parlare del sistema Nasams (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS), l’obiettivo iniziale del programma congiunto tra Stati Uniti e Norvegia è stato quello di venire incontro alle esigenze dell’aeronautica nordica. Tra l’altro, non bisogna neanche dimenticare che il 1998 è l’anno in cui questa difesa aerea risultò pienamente operativa, nonostante una buona capacità operativa fu raggiunta già quattro-cinque anni prima. 

Sull’argomento leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Sr - 1233376

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar