It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Philippine Airlines in cerca di protezione dalla bancarotta

Le perdite del vettore aereo si sono ingigantite

È un’esperienza da fare: di certo con questo slogan commerciale, il vettore aereo Philippine Airlines non si riferiva a quanto sta affrontando in questo periodo storico dal punto di vista finanziario (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS). La compagnia di bandiera della Nazione asiatica è alla ricerca di una fondamentale e preziosa protezione dalla bancarotta che le consenta di ristrutturare i propri debiti e sopravvivere alla pandemia da coronavirus. Secondo quanto riferito in queste ultime ore dai media del posto, l’aviolinea sarà costretta a licenziare 2700 dipendenti (circa un terzo della forza-lavoro per intenderci), oltre alla restituzione di 20 aerei in leasing. 

Gli oneri finanziari sono ingenti, circa un miliardo di dollari, 505 milioni dei quali potrebbero essere recuperati proprio con i provvedimenti appena descritti. I lavoratori hanno conosciuto il piano occupazionale e non c’è ovviamente da dormire sonni tranquilli nemmeno se si approfondiscono le condizioni di Pal Holdings; quest’ultima è la società che controlla Philippine Airlines ed è anche quota in Borsa, oltre che alle prese con una perdita netta di 29 miliardi di pesos filippini (circa 600 milioni di dollari). Lo scorso anno le perdite erano state maggiormente contenute (8,4 miliardi di pesos), senza dimenticare le entrate che si sono ridotte in maniera evidente. Intanto, il vettore ha assicurato di voler proseguire con i voli nazionali ed internazionali, in attesa che il mercato si riprenda.

Sull'argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Sr - 1233517

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar