It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Covid nel Regno Unito (2), protesta passeggeri italiani contro Alitalia

Nessuno li avrebbe informati o fornito assistenza

Nel corso della giornata di ieri, domenica 20 dicembre 2020, il nostro ministero degli Affari esteri ha ricevuto diverse chiamate dall’aeroporto londinese di Heathrow per una situazione particolare che ha riguardato un volo del vettore aereo Alitalia. La compagnia in amministrazione straordinaria è stata accusata di aver “dimenticato” i passeggeri italiani nel Regno Unito dopo le restrizioni imposte dal nostro Paese a causa della nuova variante del coronavirus in Gran Bretagna (leggi anche l’articolo che è stato pubblicato da AVIONEWS). Si tratta di oltre 200 persone che dovevano imbarcarsi sul velivolo in partenza dalla capitale inglese alle 16:55 (orario britannico) di ieri con destinazione Milano (scalo) e poi l’arrivo a Fiumicino alle 18:50. 

Per poter prendere l’aereo, i passeggeri si sono sottoposti a un tampone, salvo poi scoprire come Alitalia avesse annullato tutti i collegamenti aerei in partenza dalla Nazione. La protesta è caratterizzata dagli stessi racconti: nessun rappresentante dell’aviolinea si sarebbe presentato in aeroporto per spiegare la situazione, con l’attesa che è durata ore prima di scoprire cosa era successo. La mancata offerta di un alloggio, poi, ha ulteriormente innervosito gli animi. Oltre alla Farnesina, le telefonate sono state inoltrate all’Ambasciata e al Consolato a Londra, ma senza alcun successo per quel che concerne una soluzione alla problematica. Tra l’altro, è stato creato un gruppo Facebook per non far dimenticare la vicenda e dal nome emblematico, “Alitalia ci lascia a piedi al freddo in Uk”. 

Sr - 1233990

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar