It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aerei. Canada potrebbe autorizzare voli B-737 Max a gennaio

Ottawa ha chiesto comunque alcune modifiche

Negli Stati Uniti desta ancora dubbi e preoccupazioni, mentre un po’ più a nord sembra aver convinto maggiormente (leggi anche la notizia che è stata pubblicata da AVIONEWS). Il Canada sarebbe pronto ad autorizzare in via ufficiale il ritorno nei propri cieli dell’aereo B-737 Max, finito al centro di una infinità di polemiche a causa degli incidenti tragici avvenuti nel 2018 e nel 2019. Il senato americano vuole vederci chiaro sul comportamento di Boeing e Faa (Federal Aviation Administration), diversamente da Transport Canada, il dipartimento della Nazione nord-americana che si occupa appunto di trasporti. Secondo i media locali, il via libera dovrebbe avvenire non più tardi del prossimo mese di gennaio, nonostante una serie di richieste molto precise. Ottawa sarebbe stata chiara da questo punto di vista, pretendendo alcune modifiche al velivolo rispetto alle disposizioni della già citata Faa. 

Cosa vuole di preciso il Paese? Anzitutto, i piloti dei B-737 Max dovrebbero avere l’opportunità di disabilitare il meccanismo che fa vibrare la barra di comando quando c’è uno stallo imminente, quello che viene definito in gergo tecnico “stick shaker”, un po’ come auspicato dagli enti regolatori del continente europeo. Il sistema in questione viene invece considerato fin troppo intrusivo quando viene attivato, persino per errore. Il futuro dell’aereo sembra già scritto, ma qualche “pagina” potrebbe subire ancora delle correzioni importanti. 

Sull’argomento leggi anche l’articolo che è stato pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1234016

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar