It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Alitalia, per gli stipendi ci saranno soldi in cassa fino al 28 febbraio

Lo sfogo del commissario Giuseppe Leogrande

Corto e maledetto: secondo un vecchio proverbio italiano, sono questi gli aggettivi che merita il mese di febbraio, forse non proprio esagerati se si tiene conto degli ultimi aggiornamenti sul vettore aereo Alitalia in amministrazione straordinaria (leggi anche la notizia che è stata pubblicata da AVIONEWS). Il commissario Giuseppe Leogrande sta attendendo il bando di gara del ministero dello Sviluppo economico ed intanto sono a rischio i prossimi stipendi dei dipendenti. Secondo quanto riferito da “Il Sole 24 Ore”, per le buste paga di questo mese di febbraio appena iniziato potrebbero non esserci soldi a sufficienza. Il mancato decollo della Newco, Ita (Italia trasporto aereo), non aiuta in questo senso e l’obiettivo di Leogrande è quello di assicurare i pagamenti e non interrompere le attività, pur se limitate in questo periodo storico. Proprio il commissario ha sottolineato come con i soldi in cassa attualmente si possa resistere fino al 28 febbraio prossimo, poco più di tre settimane dunque. Lo sfogo sarebbe avvenuto con i sindacati e Leogrande sarebbe intenzionato a retribuire il personale per altri 4 o 5 mesi, a patto che il Governo fornisca le giuste rassicurazioni in merito. Il nuovo finanziamento, poi, diventerà necessario come non mai nel caso di un nuovo bando di gara per la cessione degli asset di Alitalia di cui si parla da diverso tempo. In base alle ultime stime, la compagnia brucia circa 50 milioni di Euro al mese, segno che bisogna fare molto più che in fretta. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo che è stato pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1234698

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar