It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

A marzo i dipendenti Alitalia riceveranno 500 Euro

Il calcolo dopo le dichiarazioni del commissario Leogrande

Allarme rosso, anzi magenta: le notizie preoccupanti sul vettore aereo Alitalia in amministrazione straordinaria si rincorrono da così tanto tempo che si dovrebbe essere abituati, ma purtroppo non è affatto così (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Secondo quanto si apprende da fonti sindacali, il commissario Giuseppe Leogrande avrebbe ammesso che gli stipendi di questo mese di febbraio sono destinati a slittare. Mancano i soldi nelle casse della compagnia ed il ritardo è dunque inevitabile, nonostante gli 11 mila dipendenti stiano sopportando la stessa situazione da molte settimane. Tra l’altro, la busta paga non sarà nemmeno sostanziosa: il mancato anticipo della cassa integrazione riserverà a piloti, assistenti di volo e personale di terra poco meno di 500 Euro, vale a dire quanto spetta loro per le giornate in cui si è effettivamente lavorato. A dicembre c’erano stati altri rinvii che avevano fatto avvertire nell’aria la proverbiale “puzza di bruciato”, mentre a gennaio si era proceduto in modo regolare con le retribuzioni. Si parla del prossimo 2 marzo come del giorno più probabile per il versamento degli stipendi, senza dimenticare che Alitalia deve fare i conti con l’Inps e la nuova modulazione del sostegno al reddito. Proprio il mancato anticipo della Cigs, se il ministero dell'Economia non scenderà in campo per fornire i fondi necessari, alleggerirà i futuri cedolini. Intanto non sono incoraggianti i pochi aggiornamenti su Ita (Italia trasporto aereo) e sulla Newco destinata a far "dimenticare" l'aviolinea in amministrazione straordinaria.

 Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1235057

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar