It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Dopo 10 anni potrebbe riaprire l'aeroporto di Tortolì-Arbatax

Avviata la richiesta di autorizzazioni all'Enac

La stagione estiva non è poi così lontana e lo sa bene la Sardegna, regione che non può non essere associata al turismo. Ecco perché si sta pensando alla riapertura dell’aeroporto di Tortolì-Arbatax (Nuoro), in Ogliastra. Si tratta di una infrastruttura che è chiusa ormai da 10 lunghi anni (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS), ma il 2021 potrebbe essere l’anno della svolta. Si pensa ai collegamenti aerei dei velivoli privati, per la precisione quelli di “aviazione generale, per un peso massimo non superiore ai 5700 chilogrammi e 12 passeggeri a bordo. La società Aliarbatax che controlla le quote di questo aeroporto isolano è a sua volta controllato da un consorzio industriale, guidato dal commissario straordinario Franco Ammendola. In questo caso, il consorzio vorrebbe qualcosa di più ambizioso per quel che riguarda il 2022, vale a dire aerei con 100 posti, anche se è presto per formulare ipotesi ufficiali. Sono state avviate le procedure per richiedere le autorizzazioni necessari all’Enac (Ente nazionale aviazione civile) ed, in caso di via libera, la ripresa dei collegamenti potrebbe avvenire tra maggio e giugno prossimi. La storia dello scalo sardo si è conclusa per il momento con la chiusura del 2011, un decennio fa esatto, e la messa in liquidazione del 2016. Visto che si sta parlando di questo tipo di velivoli, non serviranno presidi fissi alla torre di controllo e nemmeno al reparto antincendio. Con i voli privati, infine, il turismo in arrivo aumenterebbe di livello. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1234891

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar