It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Chiusa pista aeroporto di Tel Aviv per colpa di alcune gru

L'altezza e la posizione mettono a rischio gli atterraggi

Israele ha deciso di chiudere la pista principale di atterraggio dell’aeroporto internazionale “Ben Gurion” di Tel Aviv (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Come reso noto dai media locali che hanno riportato i dettagli della decisione ufficiale appena menzionata, c’è un cantiere privato che si trova a poca distanza dallo scalo, con le gru di grandi dimensioni che lavorano all’interno rappresentano un pericolo per l’infrastruttura stessa. Secondo quanto riferito da Iaa (l’autorità israeliana che controlla e gestisce gli aeroporti di questa Nazione), per evitare qualsiasi pericolo o rischio si è optato per la chiusura di una delle tre piste. Non bisogna dimenticare che si sta parlando dello scalo principale di Israele e le conseguenze di una misura del genere per quel che riguarda i collegamenti aerei sono facilmente immaginabili. Le gru hanno un’altezza pari a 71 metri e rappresentano un pericolo non indifferente per i velivoli in fase di atterraggio. Sono state installate nei giorni scorsi dopo l’avvio di un progetto immobiliare che riguarda la città di Tel Aviv: in pratica, verrà realizzata un’area di 400 mila metri quadri con 13 torri, negozi, hotel, un parco ed anche un lago artificiale. L’altezza e la posizione di questi macchinari sarebbe diversa da quanto dichiarato ufficialmente nel permesso che è stato rilasciato da Iaa all’appaltatore, quindi il problema deve essere risolto in tempi rapidi. Non è noto quando si potrà riaprire la pista dello scalo israeliano. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1234948

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar