It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Mercoledì manifestazione piloti Alitalia

Le dichiarazioni dei due presidenti di Naca

I piloti Alitalia ed Alitalia Cityliner scendono in piazza a Roma il 3 marzo, a Piazza di Porta Pia, per richiamare con urgenza la politica alle sue responsabilità, politica che con le sue scelte ha portato Alitalia alla situazione in cui si trova. Con la sopraggiunta amministrazione straordinaria si poteva e si doveva agire nel risanamento dei conti dopo le accertate storture contrattuali “fuori mercato” con cui Alitalia si approvvigionava di beni e servizi. Ciò non è avvenuto. Ancora una volta si vuole far pagare il conto ai lavoratori.

“In questi 4 anni di amministrazione straordinaria, interviene il presidente di Naca piloti Alitalia –comandante Franco Zorzo– si doveva risanare Alitalia mettendo mano a ingiustificabili ed onerosi contratti grazie anche all’intervento e supporto pubblico, invece si è persa un’altra occasione. Il Covid rappresenta un’opportunità per Alitalia dato che la pandemia ha azzerato il vantaggio competitivo di tanti vettori. Sono mesi che la politica ed i partiti promettono “il rilancio di Alitalia e la tutela di tutti i lavoratori” mentre nei fatti ci troviamo dinanzi all’ipotesi di un nuovo vettore nazionale composto solo da una cinquantina di aerei. Quale accordo commerciale può sostenere Alitalia presentandosi con Lufthansa con soli 50 aerei, ossia un decimo di quelli che possiede la compagnia tedesca? Abbiamo chiesto un urgente incontro presso il Mise con il nuovo ministro Giorgetti mentre chiediamo una decisa implementazione del piano nonché senso di responsabilità e garanzie dal Governo Draghi".

“Il difficile momento che il trasporto aereo mondiale sta attraversando -interviene il presidente di Naca piloti Cityliner comandante Daniele Pinori- male si integra con il la situazione aziendale di Alitalia che già prima della pandemia versava in grave crisi.

Nonostante le restrizioni governative sugli spostamenti, si sta però registrando la ripresa del trasporto aereo tanto che nel mese di febbraio si è notato un significativo incremento delle prenotazioni. Una massiccia campagna di vaccinazione sarà sicuramente d’aiuto per il rilancio del settore del trasporto aereo, che la nuova azienda deve saper cogliere con una ripartenza 'scattante'. Per tale motivo la nuova compagnia avrà bisogno di tutti i suoi piloti, che da sempre hanno dimostrato, oltre ad esperienza e professionalità, dedizione verso l’azienda.

Ancora una volta la categoria saprà fare la sua parte specie se resa partecipe e coinvolta nelle strategie aziendali in modo da poter essere un valore aggiunto alla riuscita dell’ennesimo nuovo piano industriale”.

red - 1235158

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar